86 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Chi era Emiliano Magni, calciatore travolto in moto da un’auto che ha invaso la corsia opposta

Emiliano Magni è morto nel pomeriggio di giovedì 22 febbraio in un incidente stradale a Casalmorano (Cremona): viaggiava in sella alla sua moto lungo la provinciale Soncinese quando è stato travolto da un’auto che aveva appena tamponato un altro veicolo. Appassionato di calcio, aveva giocato nei Giovanissimi della Cremonese nel ruolo di attaccante.
A cura di Francesca Del Boca
86 CONDIVISIONI
Immagine

È morto nel pomeriggio di ieri, giovedì 22 febbraio, in un incidente stradale tra Casalbuttano e Casalmorano (Cremona). Emiliano Magni, 32 anni, viaggiava in sella alla sua moto lungo la provinciale Soncinese quando è stato improvvisamente travolto da un'auto che aveva appena tamponato un altro veicolo.

Il tragico incidente è accaduto intorno alle 16.10. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i soccorritori del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane motociclista. Una 32enne al volante di una delle due vetture coinvolte è stata invece trasportata in codice verde all'ospedale di Cremona. Per lei le conseguenze non sono state gravi – così come per l'altro automobilista e il suo passeggero, per i quali è bastato il soccorso sul posto.

Da una prima ricostruzione della dinamica, una Fiat 500 condotta da una donna diretta verso Casalbuttano ha tamponato una Polo con alla guida un 69enne. In seguito all’urto la 500 ha sbandato, invadendo la carreggiata opposta mentre sopraggiungeva il motociclista: l’impatto contro le due ruote è stato violentissimo, e la moto è volata nel fosso che costeggia la strada provinciale.

La vittima si chiamava Emiliano Magni, e lavorava alla Foma di Pralboino (Brescia) società che trasforma metalli. Appassionato di calcio, da ragazzo aveva giocato nei Giovanissimi della Cremonese nel ruolo di attaccante, ora nell’Aurora Grontardo. "Super ragazzo, super educato, super atleta. I tuoi istruttori ed il tuo gruppo vogliono ricordarti così sorridente e soddisfatto dopo aver dato il massimo durante l’allenamento", il ricordo degli amici del gruppo Ginnastica Dinamica Militare Italiana di Cremona. "Con il cuore a pezzi ci uniamo al dolore dei tuoi familiari e di chi ti vuole bene".

86 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views