(Repertorio)
in foto: (Repertorio)

Picchiato brutalmente in piazza, preso a calci e pugni di fronti ai passanti per rubargli il telefono. Vittima dell'aggressione è un 34enne di Brescia, che ha denunciato l'episodio alle forze dell'ordine, raccontando che l'autore della rapina sarebbe un suo coetaneo, forse straniero.

Aggressione a Brescia: preso a calci e pugni per rubargli lo smartphone

L'episodio è avvenuto in Piazza Vittoria, la sera di martedì 1 settembre attorno alle 22, come riportato dal Giornale di Brescia. Secondo la testimonianza della vittima, mentre camminava una persona in stato di visibile alterazione, non è chiaro se per effetto di abuso di alcol o altre sostanze, gli si sarebbe avvicinato, quindi avrebbe provato a strappargli di mano il telefono.

Nessuno dei presenti è intervenuto per aiutare la vittima

A questo punto il 34enne ha cercato di allontanarsi e mettersi in salvo, ma l'aggressore lo ha colpito con un pugno in pieno volto. Una volta a terra, il giovane sarebbe stato anche preso calci e pugni. Alla fine il malvivente è fuggito a mani vuote. A colpire, stando sempre al racconto della vittima, è che nessuna delle molte persone presenti nella piazza in quel momento sia intervenuta in suo aiuto o abbia allertato le forze dell'ordine. Tutti i testimoni hanno ignorato le urla e le richieste di soccorso.

Indagano i carabinieri

Il giovane si è quindi recato da solo al pronto soccorso per farsi medicare. Poco dopo è stato dimesso con ferite non gravi e una prognosi di pochi giorni. In seguito è andato dai carabinieri per presentare denuncia per l'aggressione. I militari stanno svolgendo le indagini del caso per risalire all'autore del pestaggio.Gli investigatori cercano di rintracciare testimoni che possano fornire altri dettagli e passano al setaccio le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona.