116 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
16 Novembre 2022
07:04
AGGIORNATO16 Novembre

Le notizie del 16 novembre sulla guerra in Ucraina

116 CONDIVISIONI

I missili che ieri sono caduti in Polonia, precisamente nel villaggio di Przewodòw, al confine con l'Ucraina, causando due vittime, non sono stati lanciati dai Russi, ma sono partiti dall'Ucraina. È quanto dichiarato dal Presidente polacco Duda, che ha parlato di uno "sfortunato incidente" affermando che il razzo appartiene alla contraerea di Kiev. Lo conferma il segretario NATO: "L'incidente è stato causato da un razzo di difesa anti aerea ucraina, ma non è colpa di Kiev".

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina
16 Novembre
22:40

Borrell: "L'incidente in Polonia è il risultato degli attacchi russi sull'Ucraina"

"L'Unione europea esprime la propria incrollabile unità, determinazione e piena solidarietà alla Polonia e al popolo polacco in seguito all'esplosione di un missile avvenuta il 15 novembre nel villaggio polacco di Przewodów, vicino al confine con l'Ucraina, che ha ucciso due cittadini polacchi. Esprimiamo le nostre condoglianze alle famiglie delle vittime in Polonia e Ucraina". A dirlo l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell. "L'Ue sostiene pienamente l'indagine in corso in Polonia per accertare i fatti sul campo e resterà in stretto contatto con i nostri partner, compresa la Nato, sui prossimi passi da compiere. Questo tragico incidente è il risultato dell'ennesima massiccia ondata di attacchi missilistici sferrati ieri dalla Russia sulle città ucraine, che hanno preso di mira civili e infrastrutture civili. Questi attacchi sono gravi violazioni del diritto internazionale", sottolinea.

A cura di Davide Falcioni
16 Novembre
22:37

Borrell: “Incidente Polonia effetto massicci attacchi russi in Ucraina”

"L'Unione europea esprime la propria incrollabile unità, determinazione e piena solidarietà alla Polonia e al popolo polacco in seguito all'esplosione di un missile avvenuta il 15 novembre nel villaggio polacco di Przewodów, vicino al confine con l'Ucraina, che ha ucciso due cittadini polacchi. Esprimiamo le nostre condoglianze alle famiglie delle vittime in Polonia e Ucraina". Lo dichiara l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell.

"L'Ue sostiene pienamente l'indagine in corso in Polonia per accertare i fatti sul campo e resterà in stretto contatto con i nostri partner, compresa la Nato, sui prossimi passi da compiere. Questo tragico incidente è il risultato dell'ennesima massiccia ondata di attacchi missilistici sferrati ieri dalla Russia sulle città ucraine, che hanno preso di mira civili e infrastrutture civili. Questi attacchi sono gravi violazioni del diritto internazionale", sottolinea.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
22:10

ONU: "Missile in Polonia ricorda la necessità di prevenire un'ulteriore escalation"

"Negli ultimi giorni gli ucraini sono stati sottoposti a alcuni dei più intensi bombardamenti dall'inizio della guerra. Missili e droni russi sono piovuti su Kiev, Mykolaiv, Chernihiv, Cherkasy, Zhytomyr, Sumy, Kharkiv, Leopoli, Poltava e altrove, distruggendo o danneggiando case e interrompendo gravemente servizi critici. L'impatto di tali attacchi non potrà che peggiorare durante i prossimi mesi invernali". A dirlo il capo degli affari politici dell'Onu, Rosemary DiCarlo, durante la riunione del Consiglio di Sicurezza sull'Ucraina. "Al 14 novembre, l'Ufficio dell'Alto Commissario per i Diritti Umani ha registrato 6.557 morti e 10.074 feriti dall'inizio conflitto, e i recenti attacchi si aggiungeranno all'orribile tributo che la guerra ha già richiesto", ha aggiunto. "Finché la guerra continua, i rischi di ricadute potenzialmente catastrofiche rimangono fin troppo reali", ha sottolineato. "L'incidente di ieri in Polonia è uno spaventoso promemoria dell'assoluta necessità di prevenire un'ulteriore escalation".

A cura di Davide Falcioni
16 Novembre
21:24

Il Pentagono: "In inverno possono iniziare i negoziati"

Gli Stati Uniti ritengono che i combattimenti in Ucraina potrebbero rallentare con l'inizio dell'inverno, il che creerà una "finestra" per la risoluzione del conflitto. Lo ha affermato il capo di stato maggiore, Mark Milley. "In inverno possono succedere molte cose, tuttavia, di norma, a causa delle condizioni meteorologiche, le operazioni tattiche rallentano. Se ciò accade, allora potrebbe esserci una finestra per una soluzione politica o almeno l'inizio dei negoziati".

A cura di Davide Falcioni
16 Novembre
21:01

Pentagono: “Colpire linee elettriche è crimine di guerra”

"Attaccare le linee elettriche dell'Ucraina è un crimine di guerra". Lo hanno detto il capo del Pentagono Lloyd Austin e il capo di stato maggiore congiunto, Mark Milley, in una conferenza stampa alla fine del gruppo di contatto. "I russi continueranno a fare la guerra per tutto l'inverno e noi continueremo a sostenere Kiev", hanno aggiunto.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
20:48

Zelensky alla Cina: non scelga di stare con la Russia

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky fa appello alla Cina affinché "non scelga di stare con la Russia"

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
20:41

Ungheria: “Dichiarazioni Zelensky sono da irresponsabili”

Il governo ungherese ritine che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dia "un cattivo esempio" affermando che il missile che ha ucciso due persone in un villaggio polacco vicino alla frontiera con l'Ucraina sia russo. "In una simile situazione i leader mondiali si esprimono in maniera resoponsabile", ha detto alla stampa Gergely Gulyas, capo gabinetto del primo ministro ungherese Viktor Orban. Ma "il presidente ucraino, accusando subito i russi, ha sbagliato, è un cattivo esempio", ha aggiunto, accogliendo al contrario l'atteggiamento prudente di Polonia e Stati Uniti.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
20:32

Pentagono: “Inverno finestra per negoziati”

Gli Stati Uniti ritengono che i combattimenti in Ucraina possano rallentare con l'inizio dell'inverno, il che creerà una "finestra" per la risoluzione del conflitto. Lo ha affermato il capo di stato maggiore, Mark Milley. "In inverno possono succedere molte cose, tuttavia, di norma, a causa delle condizioni meteorologiche, le operazioni tattiche rallentano. Se ciò accade, allora potrebbe esserci una finestra per una soluzione politica o almeno l'inizio dei negoziati".

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
20:16

Usa, probabilità vittoria militare Ucraina molto bassa 

"La probabilità di una vittoria militare ucraina che cacci via tutti i russi dal Paese, inclusa la Crimea, è molto bassa". Lo ha detto il capo di stato maggiore Usa, Mark Milley, in una conferenza stampa al Pentagono.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
20:03

Zelensky: “Da alleati segnali che Putin vuole negoziati diretti”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha affermato di aver "ricevuto segnali" dagli alleati dell'Ucraina secondo cui il presidente russo, Vladimir Putin, vorrebbe tenere negoziati diretti con Kiev. "Ho ricevuto segnali che Putin vuole negoziati diretti. Ho proposto un forum pubblico perché la Russia sta conducendo una guerra pubblica", ha detto Zelensky alla tv di Stato, citato dal Guardian. In ogni caso, Zelensky ha riferito che la Russia non ha fatto alcuna offerta di colloqui di pace a Kiev. "Non comunicano con noi", ha aggiunto, citato da Sky News.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
19:18

Usa: “Missile in Polonia ucraino, ma responsabile è Russia”

Al momento gli Stati Uniti non hanno raccolto nessuna prova che "contraddica la valutazione preliminare del presidente Duda secondo cui il missile esploso in Polonia era ucraino". Lo dichiara la portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, Adrienne Watson, sottolineando tuttavia che al di là delle conclusioni dell'indagine "è chiaro che la responsabile ultima di questo tragico incidente è la Russia, che ha lanciato una raffica di missili contro l'Ucraina destinati a colpire le infrastrutture civili".  "L'Ucraina aveva – e ha – tutto il diritto di difendersi", ha aggiunto.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
18:41

Zelensky: “Nessun dubbio: il missile caduto in Polonia è russo”

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky è convinto che il razzo caduto in Polonia ieri sia russo. "Non ho dubbi sul fatto che non si tratti di un razzo ucraino", ha detto ai giornalisti a Kiev, secondo quanto riportato da Interfax Ukraine e rilanciato dai media internazionali.

Il leader ha detto di aver ricevuto rapporti dal comando delle forze armate e dell'aeronautica, e "non può che fidarsi di loro". Zelensky ritiene inoltre che l'Ucraina avrebbe dovuto essere autorizzata a ispezionare il luogo dell'incidente. "Possiamo non dire le conclusioni finali? Abbiamo il diritto di far parte della squadra investigativa? Certo", ha detto.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
18:30

La Polonia "non può escludere che l'attacco missilistico sia stato una provocazione russa"

La Polonia "non può escludere che l'attacco missilistico sia stato una provocazione intenzionale", afferma il primo ministro. Il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, ha detto al parlamento polacco che è possibile che l'incidente che ha visto un missile cadere nel paese sia stato il risultato di una provocazione da parte russa.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
17:56

Varsavia non esclude provocazione con attacco russo a confine 

"Non possiamo escludere che il bombardamento dell'Ucraina proprio al confine con la Polonia sia un'operazione pianificata dalla Russia per portare a situazioni come quella di ieri a Przewodów. Sfortunatamente, non ci sono paesi al mondo che proteggano tutto il loro spazio aereo". Lo ha detto il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, al parlamento polacco, stando ad un tweet sul profilo ufficiale del partito polacco Pis

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
17:35

La Russia entra in recessione, calo del Pil del 4% 

La Russia entra in recessione, con un calo del Pil del 4% nel terzo trimestre, stando a prime stime pubblicate oggi dall'agenzia nazionale di statistica Rosstat. Il calo segue una simile contrazione del 4% registrata nel secondo trimestre, mentre le sanzioni occidentali colpiscono l'economia russa a seguito dell'offensiva di Mosca in Ucraina

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
17:18

Kiev, a Kherson scoperta una stanza delle torture russa

Gli investigatori ucraini hanno scoperto una presunta "stanza delle torture" nella città di Kherson, dove dozzine di uomini sarebbero stati detenuti, sottoposti a elettroshock, picchiati e alcuni di loro uccisi. A riferirlo è il Guardian. La polizia ha detto che i soldati russi hanno preso il controllo di un centro di detenzione minorile intorno alla metà di marzo, trasformandolo in un carcere. Tre vicini e due negozianti hanno detto di aver iniziato a sentire urla circa 6 settimane dopo. Testimoni citati dal Guardian hanno detto di aver visto persone portate nella struttura con sacchi in testa, e alcuni corpi portati via.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
17:03

Mosca: “Kiev usa ogni scusa per accusarci e consolidare Occidente”

Kiev usa ogni occasione per accusare la Russia e cercare di consolidare l'Occidente. Lo sottolinea il ministero degli Esteri di Mosca, citato dalla Tass, in merito al missile caduto in Polonia, aggiungendo che la reazione di alcuni Paesi della Nato sull'accaduto è stata "oltraggiosa".

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
16:49

Mosca convoca l'ambasciatore polacco

L'ambasciatore polacco a Mosca è stato convocato presso il ministero russo degli Esteri. Lo riferiscono fonti diplomatiche citate dalla Tass.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
16:36

Presidente turco Erdogan fiducioso su estensione accordo grano

Il presidente turco Recep Tayyp Erdogan ritiene che l'accordo sull'esportazione del grano ucraino attraverso il mar Nero verrà esteso. “Sono dell'opinione che continuerà. Non c'è problema”, ha detto in conferenza stampa al G20 di Bali. Secondo Erdogan l'accordo potrebbe essere rinnovato per un anno. Siglato in luglio, l'accordo dovrebbe scadere sabato. Mosca, che ha brevemente sospeso l'intesa in ottobre, non ha ancora detto se intende rinnovare l'accordo e chiede garanzie per le sue esportazioni di beni alimentari e fertilizzanti.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
16:24

Colloquio Meloni-Xi Jinping: “Iniziative per porre fine a guerra: stop escalation”

Nel corso del colloquio tra la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il presidente cinese Xi Jinping "è stata riconosciuta la necessità di collaborare per l'efficace gestione delle più gravi e impellenti sfide globali e regionali. Meloni e Xi hanno dedicato particolare attenzione alla guerra in Ucraina e alle sue conseguenze. Hanno convenuto che occorre promuovere ogni iniziativa diplomatica per porre fine al conflitto ed evitare un'escalation". Lo riferisce Palazzo Chigi

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
16:11

Ambasciatore Mosca a Roma: nessuno chiede scusa per l'isteria anti-russa?

"Nessuno vuole chiedere scusa per la reazione isterica anti-russa, come è consuetudine in una società dignitosa?", così l'ambasciata russa a Roma attraverso un post Facebook nel quale condivide alcuni quotidiani italiani di oggi che riportano la notizia del missile caduto in Polonia

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
15:51

Media russi: quattro forti esplosioni sui cieli di Belgorod

L'agenzia di stampa russa RIA Novosti fa sapere che "quattro forti esplosioni sono state udite nel cielo" nella città russa di Belgorod, ipotizzando che fosse al lavoro la difesa aerea. Belgorod si trova vicino al confine russo con l'Ucraina, vicino a Kharkiv.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
15:37

Kiev, liberato un altro villaggio nel Lugansk

L'esercito ucraino ha liberato il villaggio di Makiyivka, nella regione di Lugansk. Lo annuncia il ministero della Difesa ucraino mostrando un video dell'insediamento liberato, come riporta Unian. "Il villaggio di Makiyivka, nella regione di Lugansk, è sotto il controllo dell'Ucraina! Non una sola casa sopravvissuta, distruzione e morte sono le conseguenze della ‘pace russa' che ha regnato qui per 8 mesi", si legge in un messaggio su Facebook.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
15:23

Missili Polonia, Stoltenberg: “Non sono russi, ma la colpa è di Mosca”

Anche se i missili non sono russi "la Russia è responsabile dell'incidente avvenuto in Polonia perché è avvenuto a causa della guerra che ha scatenato contro l'Ucraina". Questa l'analisi del  segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
15:11

Stoltenberg: “Alleati Nato vigili, calmi e coordinati: monitoriamo la situazione”

"La notte scorsa ho parlato con il presidente polacco Andrzej Duda e con il presidente Usa Joe Biden. Abbiamo concordato di rimanere vigili, calmi e strettamente coordinati. Continueremo a monitorare la situazione molto attentamente", così il segretario generale Jens Stoltenberg, in conferenza stampa a Bruxelles al termine del Consiglio dell'Atlantico del Nord riunito dopo l'esplosione che ha colpito il villaggio di Przewodow, nei pressi del confine ucraino nella Polonia sudorientale.

"La Nato è unita e farà sempre quello che è necessario per difendere tutti gli alleati", ha aggiunto Stoltenberg. Quanto accaduto ieri nella Polonia sudorientale "dimostra i pericoli legati alla guerra che continua in Ucraina, ma non cambia la valutazione fondamentale della minaccia" nei confronti degli alleati Nato

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
14:58

Germania pronta a inviare aerei da guerra alla Polonia per sorvolare spazio aereo

Il portavoce del ministero della Difesa tedesco ha fatto sapere che Berlino è pronta a inviare i propri aerei da guerra per supportare le pattuglie nello spazio aereo polacco. “Come risposta immediata all'incidente in Polonia, offriremo di rafforzare la polizia aerea con pattuglie aeree da combattimento nel suo spazio aereo con gli Eurofighter tedeschi – ha spiegato ai giornalisti Christian Thiels – la missione potrebbe iniziare già domani, se la Polonia lo desidera”. Il ministro della Difesa tedesco Christine Lambrecht potrebbe discutere della questione con la sua controparte polacca nel pomeriggio di oggi.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
14:43

Nato: “Kiev ha diritto abbattere missili russi”

“L'Ucraina ha diritto di abbattere i missili russi che colpiscono le città e le infrastrutture civili”, così il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
14:31

In Ucraina città senza elettricità dopo raid russi: “Cittadini non saranno evacuati”

I funzionari ucraini non stanno prendendo in considerazione l'ipotesi di evacuare le città dopo l'ondata di attacchi missilistici russi di ieri sulle infrastrutture energetiche che ha lasciato milioni di persone senza elettricità.

Parlando alla televisione ucraina, Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell'ufficio del presidente, ha fatto sapere che le autorità sono invece concentrate sulla stabilizzazione della rete elettrica del paese.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
14:15

Missile Polonia, Nato: “Continueremo monitoraggio territorio”

"Continueremo a essere vigili e a monitorare il territorio" dopo l'incidente di ieri in Polonia. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenebrg.

A cura di Chiara Ammendola
16 Novembre
13:56

Kiev richiede "accesso immediato" al luogo in cui sono caduti i missili in Polonia

L'Ucraina sta chiedendo "l'accesso immediato" al luogo dove ieri sono caduti due missili nella Polonia orientale, ha detto un alto funzionario della difesa ucraino come riporta il quotidiano inglese The GuardianOleksiy Danilov, segretario del consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell'Ucraina, ha affermato che Kiev vuole uno "studio congiunto" sull'incidente di martedì con i suoi partner, aggiungendo di aspettarsi che gli alleati fornissero tutte le informazioni in loro possesso in base alle quali si è trattato di un incidente causato dalle difese aeree ucraine.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
13:50

L'aeronautica ucraina "farà di tutto" per collaborare alle indagini sui missili in Polonia

L'aeronautica ucraina ha detto che "farà di tutto" per facilitare un'indagine sull'attacco missilistico in Polonia di martedì scorso che ha ucciso due persone vicino al confine con l'Ucraina.

"È successo che l'Air Defense Force ha respinto un attacco aereo russo", ha detto oggi Yurii Ihnat, portavoce dell'Air Force Command Ukraine, aggiungendo: "Quello che è successo dopo – se si trattava di un missile russo, o pezzi di entrambi i razzi che cadevano – questo deve essere ispezionato sul posto. Ed è quello che sta accadendo in questo momento".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
13:29

Berlino: "Niente no fly zone, sarebbe scontro NATO-Russia"

Durante la conferenza stampa di governo a Berlino, il portavoce ha risposto a una domanda sulla possibile istituzione di una no fly zone nel conflitto in Ucraina e ricordato che sul tema il governo tedesco ha già espresso più volte la propria opinione. Aumenterebbe "il rischio di un immediato conflitto tra NATO e Russia". Al tempo stesso il portavoce ha sottolineato che però "nessuno deve avere dubbi sull'unità e sulla determinazione dell'alleanza nella difesa di tutti gli alleati" e dei loro territori, visto che questo è il "compito primario della NATO.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:56

Meloni: "Missile in Polonia? Comunque responsabilità russa"

"Questa mattina brusco risveglio con notizie che arrivavano dalla Polonia, abbiamo chiesto informazioni, ci siamo riuniti e consultati con gli alleati. L'ipotesi che sulla Polonia sia caduto un missile dell'antiaerea ucraina non cambia la sostanza, la responsabilità di quello che è accaduto per quanto ci riguarda è tutta russa. E con gli alleati abbiamo condannato gli attacchi missilistici di Mosca". Lo ha affermato Giorgia Meloni nel corso della conferenza stampa tenuta al termine del G20.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:55

Stoltenberg (NATO): "Incidente causato da missile di difesa aerea ucraino. Ma non è colpa di Kiev "

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg è intervenuto in una conferenza stampa dopo l'attacco missilistico di ieri sulla Polonia. Un'indagine è ancora in corso ma l'analisi preliminare "suggerisce che l'incidente sia stato probabilmente causato da un missile di difesa aerea ucraino lanciato per difendere il territorio dagli attacchi dei missili da crociera russi", ha detto Stoltenberg, aggiungendo: "Sia chiaro, non è colpa dell'Ucraina. La Russia ha la responsabilità ultima mentre continua la sua guerra illegale contro l'Ucraina".

Non vi è "alcuna indicazione" che il missile sia stato il risultato di un attacco deliberato o che la Russia stia preparando azioni militari offensive contro la NATO, ha aggiunto.

Stoltenberg ha sottolineato che la NATO ha "aumentato in modo significativo" la sua presenza nella parte orientale dell'Europa con più truppe e una potenza aerea e navale "significativamente sostanziale. Quello che è successo ieri dimostra che il conflitto voluto da Putin continua a creare situazioni pericolose". Ma, ha sottolineato, che "la NATO e gli alleati NATO non sono parte del conflitto in Ucraina", escludendo anche la no fly zone. "I nostri sistemi di difesa anti-aerea entrano in funzione se c'è un attacco ma non abbiamo evidenze che in Polonia ci sia stato un attacco deliberato", ha detto.

Indagini sono ancora in corso, ma in base alle valutazioni preliminari, non vi è stata alcuna richiesta di applicazione dell'articolo 4 del Trattato.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:49

Tajani: "Condanniamo Mosca ma lavorare alla de-escalation"

"Non posso che ribadire la condanna dell'escalation russa" che ieri si è resa protagonista del "lancio di tanti missili contro l'Ucraina". Come Italia, "abbiamo seguito con apprensione la situazione, anche la presidente del Consiglio è intervenuta partecipando a una riunione del G7 a Bali. Pare che non ci sia un diretto coinvolgimento della Russia per il missile o i missili arrivati in Polonia", ma "questo deve spingerci a mandare messaggi per la de-escalation". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Antonio Tajani in un punto stampa congiunto dopo l'incontro col ministro degli Esteri greco Nikos Dendias alla Farnesina.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:46

Polonia: "Il missile ha colpito un'azienda italo-polacca, morti avevano 50 e 60 anni"

L'azienda agricola colpita ieri dal missile caduto a Przewodow, nell'est della Polonia, appartiene a una società italo-polacca che affitta il terreno di un ex kolchoz. Lo ha confermato all'Ansa il segretario del comune di Dolchobyczow, nell'ambito del quale si trova Przewodow. I due uomini morti a seguito dell'esplosione, di 50 e 60 anni, erano dipendenti della stessa azienda Agricom, con sede a Setniki. Secondo il quotidiano Gazeta Wyborcza, la società opera sul luogo dagli anni Novanta e gestisce 800 ettari di di terre nere (chernozem), coltivate soprattutto a grano e mais.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:32

Il presidente polacco: "Il missile caduto in Polonia uno sfortunato incidente"

Il presidente polacco Andrzej Duda ha dichiarato che il missile caduto in Polonia era molto probabilmente della contraerea ucraina e si è trattato di uno sfortunato incidente. Varsavia non chiederà l'attuazione dell'articolo 4 della Nato. "Non vi è alcuna indicazione che si tratti di un attacco intenzionale alla Polonia", ha dichiarato Duda. "Molto probabilmente, si è trattato di un razzo S-300 di fabbricazione russa. Al momento non abbiamo prove che si trattasse di un missile lanciato dalla parte russa. Ci sono molte indicazioni che si sia trattato di un missile di difesa aerea, che purtroppo è caduto sul territorio polacco", ha aggiunto. "Siamo in contatto diretto con i nostri alleati della NATO", ha precisato ribadendo che "non abbiamo prove circostanziali che ci permettano di concludere che si sia trattato di un attacco alla Polonia".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:28

Ispi: "Missili in Polonia incidente e non provocazione, lontani da scontro diretto"

L’intervista di Fanpage.it a Eleonora Tafuro Ambrosetti, analista politica dell’Ispi: “Missili caduti in Polonia? È stato un incidente, la Russia non è pronta allo scontro aperto con la NATO. Putin? Il fatto che stia mantenendo da giorni un basso profilo è enigmatico”.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:23

Polonia: "Non ci sono prove che indicano un attacco a noi"

"Siamo in contatto diretto con i nostri alleati della Nato. Sottolineo: non abbiamo prove precise che ci permettano di concludere che si è trattato di un attacco alla Polonia". Lo afferma il presidente polacco Andrzej Duda come riportato nell'account Twitter della presidenza polacca.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:17

Germania offre aiuto a Polonia per proteggere cieli dopo caduta dei missili

All'indomani dell'incidente in Polonia, la Germania ha offerto collaborazione al governo di Varsavia per il pattugliamento del suo spazio aereo con le forze della Bundeswehr. Lo ha detto un portavoce del ministero della Difesa tedesco. La Germania ha offerto di pattugliare l'area "con gli Eurofighter tedeschi": "Può accadere da domani, se la Polonia lo desidera", ha detto il portavoce.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
12:04

Fonti Ue, per Polonia "Missile ucraino, no Art.4 del trattato NATO"

Il governo polacco comunicherà ai partner della NATO che il missile che ha colpito il territorio polacco ieri sera e ha causato due morti è stato sparato dall'esercito ucraino. Lo ha riferito una fonte diplomatica europea che ha chiesto l'anonimato. Secondo la fonte, dunque, Varsavia non invocherà davanti ai partner dell'Alleanza l'articolo IV del Trattato del Nord Atlantico che prevede consultazioni tra gli alleati quando "l'integrità territoriale, l'indipendenza politica o la sicurezza di una delle Parti è minacciata".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
11:58

Fonti Usa alla Cnn: "Missile in Polonia partito dall'Ucraina"

Il missile che ieri ha ucciso due persone in Polonia è partito dall'Ucraina, anche se era di fabbricazione russa. Lo riferiscono alla Cnn due fonti americane informate sulle valutazioni iniziali degli Stati Uniti. I funzionari hanno aggiunto che le valutazioni dell'intelligence sono state discusse durante la riunione di emergenza convocata da Biden a margine del vertice G20 a Bali e sono state condivise nella riunione degli ambasciatori della Nato a Bruxelles.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
11:42

Consigliere Zelensky: "È tempo per l'Europa di chiudere il cielo sopra l'Ucraina"

"Solo la Russia è responsabile della guerra in Ucraina e dei massicci attacchi missilistici. Solo la Russia è dietro i rischi in rapida crescita per i paesi di confine. Non c'è bisogno di cercare scuse e rimandare le decisioni chiave. È ora che l'Europa "chiuda il cielo sopra l'Ucraina". Anche per la propria sicurezza…". È quanto ha scritto su Twitter il consigliere del presidente ucraino Zelensky.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
11:20

Macron: "Il G20 ha lanciato un messaggio chiaro alla Russia"

"Tutti sappiamo che questo G20 è stato difficile e l'attualità delle ultime ore ci ha mostrato la situazione sensibile della situazione. Abbiamo evitato la divisione del mondo e abbiamo lanciato un messaggio chiaro per la pace alla comunità internazionale e un messaggio molto chiaro anche alla Russia". Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa a Bali a termine del G20.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
11:19

Missili in Polonia, Mosca: "Varsavia poteva dire che erano frammenti S-300"

La Polonia aveva tutti i mezzi per dire immediatamente che, vicino al confine ucraino, erano caduti frammenti di missili S-300 e di conseguenza tutti avrebbero immediatamente capito che non poteva trattarsi di missili appartenenti alle forze armate russe: lo ha rilevato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, parlando di quanto accaduto ieri sera in Polonia, dove sono morte due persone.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
11:13

La polizia polacca diffonde la foto della voragine causata da missile

La polizia polacca ha condiviso su Twitter una foto della voragine aperta dalla caduta del missile a Przewodów, vicino al confine con l'Ucraina. Nell'immagine si vedono agenti che provano a mettere in sicurezza la zona. Gli agenti "mettono al sicuro le prove", si legge nel post che accompagna la foto.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
11:11

Cremlino: "Da Usa reazione 'misurata' a incidente Polonia"

Il Cremlino ha sottolineato positivamente quella che ha definito "la reazione misurata" degli Usa alle notizie sulla caduta di missili in Polonia, un atteggiamento "in contrasto con le dichiarazioni" di altri Paesi. Lo riferisce l'agenzia Ria Novosti.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:57

Biden a G7-Nato: "In Polonia missile antiaereo Kiev"

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha detto esplicitamente ai partner del G7 e della Nato che è stato un missile della difesa aerea ucraina all'origine della deflagrazione che ha causato due morti, ieri, in un villaggio polacco al confine con l'Ucraina. Lo ha riferito una fonte dell'Alleanza alla Reuters che conferma le indiscrezioni circolate questa mattina.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:51

Cominciata la riunione degli ambasciatori della NATO

Gli ambasciatori della NATO hanno cominciato la riunione di emergenza dopo l'esplosione in Polonia al confine con l'Ucraina. Al termine il segretario generale, Jens Stoltenberg, terrà una conferenza stampa, prevista per le 12.30.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:44

Mosca: "In Polonia è caduto missile antiaereo ucraino"

Il ministero della Difesa russo ha affermato che a cadere sul villaggio polacco di Przewodow, uccidendo due persone, è stato un missile di una batteria antiaerea ucraina S-300. Mosca riferisce che è quanto risulta dall'analisi di specialisti russi delle foto dei frammenti pubblicate da Varsavia, confermando le analisi condotte preliminarmente anche da funzionari occidentali.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:28

Premier inglese Sunak: "Il mondo aspetti le indagini sull'attacco missilistico in Polonia"

Il primo ministro britannico Rishi Sunak nel corso di una conferenza stampa al termine del G20 di Bali ha incolpato la guerra "crudele e inesorabile" di Vladimir Putin per aver destabilizzato l'economia mondiale, mentre ha chiesto agli alleati della Nato di attendere i risultati di "un'indagine completa sulle circostanze dietro i missili che sono caduti ieri in Polonia".

"Dovremmo essere tutti chiari, niente di tutto ciò sarebbe accaduto se non fosse stato per l'invasione russa dell'Ucraina. Questa è la crudele e implacabile realtà della guerra di Putin. Finché continuerà, rappresenterà una minaccia per la nostra sicurezza e per quella dei nostri alleati. E finché andrà avanti, continuerà a devastare l'economia globale", ha sottolineato.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:25

Il direttore della Cia Burns ieri ha incontrato Zelensky

Il direttore della Cia, William J. Burns, ha incontrato ieri il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, a Kiev, riaffermando il sostegno degli Stati Uniti all'Ucraina. Lo rivela il Washington Post, citando un anonimo funzionario americano. A Kiev, Burns, che il giorno prima aveva incontrato ad Ankara il suo omologo russo, "ha rafforzato l'impegno degli Stati Uniti a fornire sostegno all'Ucraina nella sua lotta contro l'aggressione russa", ha affermato il funzionario. Il direttore della CIA era al sicuro all'interno dell'ambasciata degli Stati Uniti durante gli attacchi missilistici, ha osservato il funzionario.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:10

Appello di Papa Francesco: "Evitare ogni escalation, ora cessate il fuoco"

"Ho appreso con dolore con preoccupazione la notizia di un nuovo e ancor più forte attacco missilistico sull'Ucraina che ha causato morti e danni a molte infrastrutture civili. Preghiamo affinché il Signore converta i cuori di chi ancora punta sulla guerra e faccia prevalere  per la martoriata Ucraina il desiderio di pace, per evitare ogni escalation e aprire la strada al cessate il fuoco e al dialogo". Lo ha affermato Papa Francesco al termine dell'udienza generale.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
10:06

Zelensky: "Ripristinata corrente elettrica dopo raid russi di ieri"

Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha riferito in un messaggio mattutino che a meno di un giorno dall'attacco su larga scala della Russia, la maggior parte degli utenti in varie regioni dell'Ucraina è già collegata alla fornitura di energia elettrica. "I nostri ingegneri energetici, funzionari governativi, servizi di emergenza hanno lavorato tutta la notte. Ma voglio che tu sappia che sconfiggeremo sicuramente tutti i nemici, dobbiamo solo essere pazienti", ha detto in un videomessaggio mattutino.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:59

Dove sono caduti i missili in Polonia: la mappa del villaggio di Prezwodow

Si chiama Przewodow il villaggio polacco vicino alla frontiera con l'Ucraina dove ieri sono caduti due missili, provocando due morti. Indagini sono in corso per stabilire l'esatta dinamica di quanto successo.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:44

Casa Bianca: "Determinare quello che è successo in Polonia per stabilire passi appropriati"

"Abbiamo visto le notizie che arrivano dalla Polonia e stiamo lavorando con il governo polacco per raccogliere altre informazioni, non possiamo confermare al momento le notizie né nessun dettaglio". È quanto scrive su Twitter la portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale, Adrienne Watson, che poi aggiunge: "Noi determineremo quello che è successo e quali saranno i passi appropriati da prendere. Abbiamo ricevuto le notizie dalla Polonia e stiamo lavorando con il governo polacco per raccogliere informazioni", riferisce la portavoce del Consiglio di Sicurezza nazionale della Casa Bianca, riferendo che il consigliere Jake Sullivan "ha parlato con il capo della sicurezza nazionale polacco Jacek Siewiera".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:40

Scholz (Germania): "Aspettare inchiesta su Polonia e restare oggettivi"

Sui missili esplosi in Polonia "va atteso il risultato dell'inchiesta". Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz, parlando alla fine del vertice del G20 a Bali. Secondo il Bundeskanzler, è stato "giusto e importante che oggi ci sia stato un incontro veloce dei Paesi Nato qui. È importante che abbiamo chiarito che tutto questo non sarebbe successo se la Russia non portasse avanti la guerra all'Ucraina e senza la forte offensiva contro le infrastrutture. Ma bisogna rimanere oggettivi", ha concluso il cancelliere.

Poi su Twitter ha scritto che Scholz "il presidente russo Putin è quasi solo al mondo. Non ha alleati forti. Questo è il risultato più importante del successo del G20 di Bali. È del tutto inaccettabile che continui la sua guerra in Ucraina".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:38

Fonti, la Polonia non ha invocato articolo 4 della Nato

La Polonia – a quanto si apprende – non ha per ora invocato l'articolo 4 della Nato che prevede che "le Parti si consulteranno ogniqualvolta, a giudizio di una di esse, l'integrità territoriale, l'indipendenza politica o la sicurezza di una delle Parti siano minacciate". Non si sa al momento se intenderà farlo più avanti.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:30

Allarme antiaereo in quasi tutta l'Ucraina: paura per nuovi possibili attacchi

Stamattina le autorità ucraine hanno annunciato un'allerta aerea su quasi tutto il territorio dell'Ucraina. Lo riferiscono i media ucraini aggiungendo che dalle 09:50 le sirene di allarme suonano in tutta l'Ucraina continentale dopo il lancio di 100 missili russi caduti ieri sul Paese.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:23

Il presidente polacco Duda cauto su provenienza missile: "Indagine in corso"

La Polonia frena sulla provenienza del missile che ieri ha provocato due vittime al confine con l'Ucraina. Il presidente Andrzej Duda, citato dall'agenzia polacca Pap, ha detto che "al momento non abbiamo prove conclusive su chi abbia lanciato il missile, le indagini sono in corso". Il presidente ha anche rassicurato la popolazione escludendo il rischio che a breve si possano verificare eventi simili: "Si tratta di un evento singolo – ha precisato – non ci sono indicazioni che ulteriori eventi di questo tipo si verificheranno nell'immediato". Quanto alla fabbricazione russa del missile, il presidente polacco l'ha definita "molto probabile" ma, ha ribadito, "le indagini sono in corso". Duda ha anche detto che gli Stati Uniti manderanno esperti per contribuire a fare chiarezza, e ha confermato la solidarietà degli alleati della Nato, che oggi si riuniranno a Bruxelles per analizzare la situazione.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:19

Zelensky al G20: “Tra di voi c’è uno Stato terrorista, missili su Polonia messaggio a tutti noi”

I missili caduti in Polonia sono “un messaggio di Mosca direttamente rivolto ai vertici del G20”. Lo ha detto Volodymyr Zelensky intervenendo in videocollegamento al G20, affermando che “tra voi c’è uno Stato terrorista”.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
09:02

Cosa succede oggi dopo missile in Polonia: vertice NATO alle 10, poi conferenza di Stoltenberg

Si svolgerà dalle 10 a Bruxelles, nel quartier generale della NATO, la riunione straordinaria del Consiglio Atlantico a livello di ambasciatori già annunciata ieri sera per discutere dell'esplosione avvenuta in Polonia al confine con l'Ucraina che ha causato due vittime. Lo ha reso noto la stessa Alleanza precisando che alle 12.30 il segretario generale Jens Stoltenberg poi parlerà alla stampa.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:59

Missile su Polonia, anche la Francia esorta a prudenza: "Non possiamo sbagliare"

Anche la Francia, dopo gli Usa, invita alla prudenza, sollecitando un'indagine sul missile caduto su un villaggio polacco al confine con l'Ucraina. "Dobbiamo guardare i fatti in modo molto preciso. È una questione su cui non si può sbagliare. Vista la posta in gioco è logico affrontare la questione con la massima prudenza", ha fatto sapere l'Eliseo, citato dalla France presse.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:48

Missili russi nella notte su Mykolaiv, abbattuti 12 razzi e 9 droni

Mentre l'attenzione mondiale è focalizzata sulle reazioni all'esplosione in Polonia, l'Ucraina continua a difendersi. Vitaliy Kim, governatore di Mykolaiv, ha riferito su Telegram che durante la notte nella sua regione Kiev ha abbattuto 12 missili e nove droni kamikaze Shahed-136. Non sono state registrate vittime.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:45

Cina esorta Russia e Ucraina "a restare calmi"

All'indomani dell'incidente in Polonia, dove un missile caduto ha causato la morte di due persone, la Cina invita le parti, Ucraina e Federazione russa, alla moderazione e a "rimanere calmi". Lo ha fatto sapere il ministero degli Esteri.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:38

Medvedev: "Aumenta probabilità di una guerra mondiale"

Quanto accaduto in Polonia "aumenta la probabilità che scoppi una guerra mondiale": lo ha detto su Twitter l'ex presidente russo Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa. "La storia dell"attacco missilistico' ucraino in una fattoria polacca dimostra solo una cosa: l'Occidente, con la sua guerra ibrida con la Russia, aumenta la probabilità che scoppi una guerra mondiale", ha scritto Medvedev.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:29

G20, dichiarazione finale: "Uso o minaccia armi nucleari è inammissibile"

"È essenziale sostenere il diritto internazionale e il sistema multilaterale che salvaguarda la pace e la stabilità. Ciò include la difesa di tutti gli scopi e i principi sanciti dalla Carta delle Nazioni Unite e l'adesione al diritto umanitario internazionale, compresa la protezione dei civili e delle infrastrutture nei conflitti armati. L'uso o la minaccia di uso di armi nucleari è inammissibile". È quanto si legge nel comunicato finale del vertice del G20 in Indonesia. "La risoluzione pacifica dei conflitti, gli sforzi per affrontare le crisi, così come la diplomazia e il dialogo, sono fondamentali. L'epoca odierna non deve essere quella della guerra", si legge nel comunicato.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:14

NATO: "Alle 12.30 conferenza stampa del segretario Stoltenberg dopo riunione Consiglio"

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, presiederà una riunione del Consiglio Nord Atlantico sull'esplosione di ieri nella Polonia orientale, vicino al confine con l'Ucraina. Dopo l'incontro il segretario generale terrà una conferenza stampa, prevista per le 12.30 circa.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:08

Borrell (UE): "A Polonia pieno sostegno Consiglio Esteri"

"In contatto durante la notte con il mio collega polacco Zbigniew Rau. Gli ho assicurato il pieno sostegno del Consiglio Affari esteri dell'Ue". Lo scrive in un tweet l'Alto rappresentante dell'Ue per la Politica estera, Josep Borrell. "Siamo dalla parte dell'Ucraina, in particolare alla luce dei massicci attacchi russi alle infrastrutture civili che hanno un impatto anche al di fuori dell'Ucraina, comprese le interruzioni di corrente in Moldavia", spiega il capo della diplomazia europea.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:01

Missili in Polonia, Mosca: "C'è stato tentativo di provocare scontro NATO-Russia"

Le notizie circolate ieri sera sulla presunta caduta in Polonia di missili russi sono state un tentativo di "provocare uno scontro militare diretto fra la Nato e la Russia, con conseguenze per l'intero pianeta". Lo afferma il vice rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite, Dmtry Polyansky, citato dalla Tass.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
08:00

Media: secondo funzionari Usa missile caduto in Polonia lanciato da ucraini contro razzi russi

Funzionari statunitensi hanno affermato che le valutazioni preliminari sull'esplosione polacca suggeriscono che il missile caduto ieri in Polonia sia stato lanciato dalle truppe ucraine contro un missile russo in arrivo. Lo riporta la Reuters.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:55

Cosa ha detto Biden ai leader del G7 sui missili caduti in Polonia

Il presidente Usa Joe Biden mantiene un atteggiamento di prudenza nel commentare la caduta del missile nel territorio polacco che ieri ha provocato la morte di 2 civili. Al G7 convocato d’urgenza a Bali ha detto: “Indagheremo ma improbabile che il razzo sia stato lanciato dal territorio russo”.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:41

Cremlino: "Non abbiamo informazioni su missile in Polonia"

"Non abbiamo informazioni" sul missile caduto in Polonia, ha risposto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, rispondendo a una domanda di Cnn.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:38

Missile su Polonia, Erdogan: "Possibile si tratti di errore tecnico"

"Non dobbiamo insistere sul fatto che il missile caduto in Polonia sia stato lanciato dalla Russia, sarebbe una provocazione": è quanto ha spiegato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante una conferenza stampa a Bali. "È possibile che si tratti di un errore tecnico", ha aggiunto. "Dobbiamo portare Russia e Ucraina al tavolo dei negoziati il prima possibile. La pace può arrivare solo attraverso il dialogo e ci stiamo impegnando per questo", ha detto Erdogan.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:34

Meloni: “Mi sono riunita con gli alleati Nato, valutiamo prossimi passi”

“Ho sentito Mateusz Morawiecki per esprimere solidarietà al governo e al popolo polacco. Mi sto riunendo adesso con gli alleati Nato ai margini del G20 per verificare i fatti e valutare i primi passi”: lo comunica Giorgia Meloni, che si è riunita con gli altri leader dell’Alleanza atlantica in queste ore.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:30

Erdogan (Turchia): "Impegnati per pace, dialogo deve continuare"

"Abbiamo discussioni in corso con la Russia, credo che il patto sul grano continuerà". Lo ha detto il presidente turco Erdogan a Bali in conferenza stampa. "Quando tornerò parlerò con Vladimir Putin e gli altri interlocutori, la pace si raggiunge con il dialogo, su questo punto siamo convinti che questo processo deve continuare per il bene di tutto il mondo: Putin in precedenza mi aveva dato luce verde al rinnovo di questo accordo".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:27

Comunicato finale G20: "Gran parte dei Paesi contro Russia"

Niente accordo finale nel G20 di Bali sull'Ucraina ma nel comunicato finale si legge che "la gran parte dei membri condanna fermamente la guerra in Ucraina".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:23

Von der Leyen (UE): "Condanna a Mosca; assistenza a Varsavia"

"Mentre i leader del G20 si riunivano e chiedevano la fine della guerra, la Russia ha condotto massicci attacchi contro l'Ucraina. Con i partner del G7 e della Nato, condanniamo questi atti brutali. Offriamo inoltre pieno supporto alla Polonia e assistenza nelle indagini sull'esplosione alla frontiera". Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, a margine del G20 a Bali.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:21

Cos’è l’articolo 4 della NATO e cosa significa se la Polonia lo attiva

La Polonia sta valutando attentamente se attivare l’articolo 4 del trattato NATO, che prevede che “le parti si consulteranno ogni volta che, nell’opinione di una di esse, l’integrità territoriale, l’indipendenza politica o la sicurezza di una delle parti fosse minacciata”.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:17

Cnn: "La NATO ha tracciato missile caduto in Polonia"

Un aereo della NATO che volava sopra lo spazio aereo polacco martedì ha tracciato il missile caduto in Polonia. Lo riferisce la Cnn citando un funzionario dell'Alleanza. "Le informazioni con le tracce radar (del missile ndr.) è stata fornita alla Nato e alla Polonia", ha aggiunto il funzionario militare dell'Alleanza. La Cnn sottolinea che dall'inizio dell'invasione russa gli aerei della NATO effettuano una regolare sorveglianza intorno all'Ucraina e che l'aereo che volava sopra la Polonia martedì stava monitorando gli eventi in Ucraina. La fonte Nato citata dall'emittente non ha precisato chi abbia lanciato il missile tracciato, né da dove sia stato lanciato.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:14

Biden: "Improbabile che missili siano stati lanciati dalla Russia"

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che le informazioni preliminari suggeriscono che è improbabile che il missile che ha causato un'esplosione in Polonia martedì e ucciso due civili sia stato lanciato dall'interno della Russia. Parlando ai giornalisti dopo l'incontro con altri leader mondiali a Bali, in Indonesia, al presidente è stato chiesto se fosse troppo presto per dire se il proiettile fosse stato sparato dal territorio di Mosca.

"Ci sono informazioni preliminari che lo contestano. Non voglio dirlo fino a quando non le indagini non ce le confermeranno", ha risposto Biden, aggiungendo che "è improbabile in base alla traiettoria che sia stato sparato dalla Russia. Ma vedremo". In precedenza, il ministero della Difesa russo aveva affermato che le notizie sui missili russi in Polonia erano una "provocazione deliberata".

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:10

Biden, secondo indiscrezioni "missile caduto in Polonia potrebbe essere ucraino"

Secondo alcune indicazioni, il razzo che ha colpito un villaggio nella Polonia orientale era un missile antiaereo proveniente dall'Ucraina. Lo avrebbe detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ai leader del G7 riunitisi d'urgenza a Bali, secondo Dpa. Avrebbe anche precisato che si trattava di un missile del sistema S-300.

A cura di Ida Artiaco
16 Novembre
07:08

Missili in Polonia al confine con l'Ucraina, cosa sappiamo: le ultime notizie

Alta tensione tra Russia e Nato dopo che due missili sono caduti sul territorio al confine tra Polonia e Ucraina provocando due morti. Mosca smentisce la propria responsabilità e accusa Kiev di "provocazione" per una ulteriore escalation. Intanto, avanza l'ipotesi che possa trattarsi di un missile antiaereo ucraino. La Polonia si è intanto appellata all'articolo 4 della NATO, quello che prevede consultazioni in caso di minaccia ad un Paese membro.

Nella notte il presidente Usa Biden ha convocato a Bali, dove si sta tenendo il G20, un vertice di urgenza del G7, mentre nelle prossime ore sono in programma il consiglio di sicurezza dell'Onu e quello polacco. L'inquilino della Casa Bianca imbocca la strada della prudenza: "Improbabile che i missili siano partiti dalla Russia".

A cura di Ida Artiaco
116 CONDIVISIONI
3288 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni