335 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Amazon

Questa bottiglia è diventata la bevanda energetica più venduta su Amazon

Mentre girava un film sulla vita dei corrieri di Amazon, Oobah Butler ha notato che attorno ai centri logistica dell’azienda si trovano sempre delle bottiglie piene di urina. Insieme a un amico ha deciso di vendere quelle bottiglie direttamente su Amazon.
A cura di Valerio Berra
335 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Release è una bibita energetica. Il design è interessante. Un giallo pastello, la scritta lungo la verticale e una bottiglia dalla forma compatta. È una bevanda senza caffeina, energizzante che si può ricaricare all’infinito. Il trucco? Si tratta di urina: dopo averla bevuta basterà riempirla con un liquido simile. Non serve fornire altri dettagli. Se ritenete che questa bibita non possa essere commercializzata, sappiate che per un quantitativo di tempo non chiarissimo è stata la bevanda energetica al gusto limone più venduta su Amazon.

Oobah Butler è un autore britannico. È noto per costruire storie che riescono a passare dalle maglie delle piattaforme social. Nel 2017 ha creato The Shed at Dulwich, un ristorante immaginario che è riuscito a diventare il più votato su TripAdvisor. Butler stava lavorando a un documentario sulla vita dei corrieri che lavorano per Amazon, The Great Amazon Heist. Condizioni di vita di cui aveva parlato anche il regista Ken Loach nel 2019, con il documentario Sorry We Missed You.

Le bottiglie di urina lasciate dai dipendenti

Durante le riprese Butler si accorge che attorno ai centri di logistica Amazon ci sono sempre delle bottiglie piene di urina. O meglio, di un liquido con svariante tinte di giallo che assomiglia molto all’urina. Butler, come racconta all’edizione statunitense di Vice, comincia a fare domande agli autisti. Scopre che è proprio urina. Come già emerso altre volte, chi lavora nelle consegne di Amazon non ha tempo di fermarsi. Basta una pausa per ridurre il loro punteggio. Basta una sosta di troppo per penalizzare l’algoritmo.

A questo punto Butler decide di fare una cosa. Una piccola azione che in un solo colpo attacca Amazon per il trattamento dei clienti e per le policy sulla distribuzione dei prodotti sulla piattaforma. Insieme a un amico, Butler crea la grafica di una bevanda energetica a base di urina e ricaricabile. La chiamano Release e la mettono su Amazon.

Dopo qualche lavoro sulla categorizzazione e un discreto numero di recensioni false la bibita all’urina diventa la prima nella sezione bibite energetiche al gusto bitter lemon. Prima che Amazon si accorga dello scherzo e tolga tutto dallo store, la bevanda si fa notare anche dai clienti normali. Qualcuno comincia anche a comprarla. Prima di annullare gli ordini, racconta Butler, qualche tentazione c’è: “Per un attimo ho pensato di mandargli una vera bottiglia di piscio per posta. Forse potrei arricchirmi con questo business?”.

La risposta di Amazon

Amazon ha risposto all’articolo di Vice dicendo che i prodotti nel suo store vengono sempre controllati, compresi quelli a base di liquidi umani: “La sicurezza è una priorità assoluta per Amazon e richiediamo che tutti i prodotti offerti nel nostro negozio siano conformi alle leggi e ai regolamenti applicabili. Disponiamo di strumenti leader del settore per impedire che vengano inseriti nell'elenco prodotti veramente non sicuri e monitoriamo i nostri negozi per individuare reali problemi di sicurezza dei prodotti”.

335 CONDIVISIONI
37 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views