8.461 CONDIVISIONI

È morta Esther, la maialina domestica da 300 chili diventata una star dei social

Esther The Wonder Pig è probabilmente uno degli animali più famosi nella storia dei social. Su Instagram aveva raggiunto 580.000 follower. Muore dopo 11 anni di foto, meme e messaggi antispecisti.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valerio Berra
8.461 CONDIVISIONI
Immagine

Nel 2012 una coppia di Toronto ha deciso di adottare Esther, un maialino nano. Conosciuti anche come mini pig o maialini vietnamiti, queste creature sono maiali in miniatura che di solito arrivano al massimo a pesare 30 chili. Qualcosa però nel processo di acquisto di Esther non ha funzionato. Esther non è affatto un mainino vietnamenta ma un suino da allevamento che nel giro di qualche anno arriva a pesare circa 300 chilogrammi. Steve Jenkins e Derek Walter decidono di tenerla.

Da qui è partita la fortuna social di Esther. Steve e Derek aprono una serie di profili social che documentano la vita del suino tra le pareti di casa. Esther dorme, mangia, si muove nel giardino come se fosse un cane. Certo. Lo spazio non manca. Fuori dalle mura domestiche può contare su quella che sembra una fattoria in campagna. Il maiale da compagnia diventa presto virale. Solo su Instagram ha raggiunto 580.000 follower.

L’ultima immagine del suo profilo è stata pubblicata due ore fa. C’è Esther che cammina su un prato, dietro c’è un arcobaleno e dalle spalle spuntano due ali. Tutto è appiccicato abbastanza a caso. Nella descrizione si legge: “Buongiorno bellezza. Non piangere per me oggi, non è questo che voglio. Sii forte e sorridi che tra un po’ mi vedrai”. Solo un hashtag: #EstherTheImmortal.

L’addio a Esther

Dopo 11 anni di vita e social, Esther è morta. Steve e Derek hanno pubblicato una lunga lettera in cui la salutano: “Anche se Esther non è più fisicamente con noi, la sua memoria e la sua eredità vivranno per sempre. Esther è immortale e continueremo a mostrare al mondo che tutti gli animali meritano di essere amati proprio come lo era lei”.

Esther e l’antispecismo

Al netto dei social, della storia sicuramente buffa e delle scelte dei suoi genitori, lo storia di Esther è interessante per un altro aspetto. La differenza tra quelli che riteniamo animali da compagnia e quelli che riteniamo animali da macello è discretamente labile: cavalli e conigli possono essere entrambi, almeno in Italia.

La pagina di Esther con il tempo si è anche trasformata in un progetto per mostrare che anche un maiale d’allevamento può essere addomesticato. E questa è una domanda che si sono fatti anche Steve e Derek, visto che qualche giorno dopo aver adottato Esther hanno deciso di diventare prima vegetariani e vegani. Tutto è successo mentre mangiavano della pancetta:

“Quella pancetta sul fornello avrebbe potuto essere Esther. Ci eravamo innamorati di un animale che era nato per essere la nostra cena”.

8.461 CONDIVISIONI
Perché l'anguria è diventata il simbolo della Palestina sui social
Perché l'anguria è diventata il simbolo della Palestina sui social
Sui social è diventata virale una versione di Harry Potter girata in Sicilia, tutto è creato dall'IA
Sui social è diventata virale una versione di Harry Potter girata in Sicilia, tutto è creato dall'IA
Fenomeno Mac, l'uomo del "Trapezio" a Fanpage.it: "Sono un avvocato, ora vi racconto la mia storia"
Fenomeno Mac, l'uomo del "Trapezio" a Fanpage.it: "Sono un avvocato, ora vi racconto la mia storia"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni