15 Dicembre 2021
12:00

Attenzione all’email della variante omicron: è una truffa che ti ruba i dati

L’ultima campagna di phishing sfrutta il pretesto della variante omicron per impensierire i destinatari e far loro aprire un allegato con un malware.
A cura di Lorenzo Longhitano

Nella lotta al coronavirus, la comparsa della variante omicron ha colto di sorpresa istituzioni mediche e governative a causa della sua elevata trasmissibilità. Mentre i Paesi rispondono come possono all'avanzata della nuova variante, non manca chi nel mondo del web ha già iniziato ad approfittare della situazione: come ha riferito la società di cybersicurezza Bitdefender, nelle caselle email di Asia ed Europa si sta iniziando a diffondere un malware che utilizza proprio il pretesto della variante omicron per farsi avviare sui computer delle vittime e rubare i loro dati bancari.

L'email spia

Il messaggio in questione, raccontano i ricercatori di Bitdefender, è un attacco di phishing nel quale gli autori cercano di rubare i dati delle potenziali vittime. Lo stratagemma è quello di fingersi un'azienda di spedizioni e comunicare via email ai destinatari che un loro pacco è in attesa di consegna, ma richiede che vengano inserite alcune nuove informazioni in conformità con le nuove norme varate dal governo per rispondere alla diffusione della variante omicron di Covid-19. Ovviamente nel messaggio non c'è nulla di vero: la spedizione non esiste, ed è solo un pretesto che gli autori della truffa ritengono possa avere sufficiente presa nella stagione natalizia più orientata all'ecommerce di sempre.

Il malware nascosto

All'interno dell'email è nascosto un questionario da compilare, che però anche lo scopo di rilasciare nel sistema un trojan che a sua volta ha il compito di scaricare dal web il malware vero e proprio: si tratta di FormBook, un virus già noto da mesi e già al centro di precedenti campagne di phishing, capace di rubare dati bancari e altre informazioni sensibili dai computer delle vittime.

Come proteggersi

Per il momento riconoscere le email truffa è molto semplice, dal momento che sono scritte in inglese. Come insegnano però precedenti campagne basate sul pretesto della diffusione di Covid-19, non ci vorrà molto prima che inizino a circolare versioni in lingua italiana con maggiore possibilità di ingannare chi abita nel nostro Paese. Per rimanere protetti da minacce simili, è sempre bene diffidare di email che chiedono di aprire allegati. Nel caso la questione sembri urgente, la soluzione ideale è contattare l'azienda impersonata dai mittenti, cercando riferimenti telefonici o social diversi da quelli allegati alle email stesse.

Quali sono i sintomi della variante Omicron nei bambini
Quali sono i sintomi della variante Omicron nei bambini
Questi otto sintomi possono suggerirti che hai la variante Omicron
Questi otto sintomi possono suggerirti che hai la variante Omicron
Quanto dura il periodo di incubazione della variante Omicron
Quanto dura il periodo di incubazione della variante Omicron
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni