203 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Cosa succede se bevi troppi caffè e quante tazzine puoi assumerne in un giorno

Bere dalle due alle tre tazzine di caffè è legato a benefici per la salute, con impatti positivi su cuore, sistema vascolare e longevità: quando però si superano le quattro o cinque tazzine, iniziano a comparire gli effetti negativi della caffeina, come insonnia e nervosismo, fino ai sintomi dell’intossicazione da caffeina. Ecco qual è la soglia da non superare.
A cura di Valeria Aiello
203 CONDIVISIONI
C'è un numero massimo di tazzine di caffè che possiamo bere ogni giorno: superarlo è associato a effetti negativi e, in caso di consumo eccessivo, ai sintomi dell'intossicazione da caffeina
C'è un numero massimo di tazzine di caffè che possiamo bere ogni giorno: superarlo è associato a effetti negativi e, in caso di consumo eccessivo, ai sintomi dell'intossicazione da caffeina

Bere dalle due alle tre tazzine di caffè al giorno, è risaputo, ha un impatto positivo sulla salute: i benefici del consumo della bevanda all’interno dei normali schemi di assunzione quotidiana è infatti associato a un minor rischio di sviluppare malattie del cuore e del sistema vascolare, una maggiore longevità e anche un minor rischio di diabete di tipo 2, malattie del fegato, danni renali e demenza. Secondo un recente studio, potrebbe anche essere di aiuto nell’evitare aumenti di peso, facendo però attenzione all’aggiunta di zucchero.

Ciò che però è meno noto è qual è il numero massimo di tazzine di caffè che si possono bere al giorno e, soprattutto, cosa succede quando si esagera. Esiste infatti un limite alla quantità di caffeina che possiamo assumere quotidianamente, oltre il quale compaiono i primi effetti del consumo eccessivo: ecco quali sono i sintomi dell’intossicazione da caffeina e qual è la soglia di tazzine da non superare.

Quante tazzine di caffè si possono bere in un giorno

Il numero di caffè che si possono bere in un giorno non dovrebbe superare le tre o quattro tazzine. Anche se la tolleranza di ognuno di noi è diversa, esiste infatti una soglia di consumo considerata sicura per gli adulti sani, indicata in 400 milligrammi al giorno di caffeina, ovvero circa quattro o cinque tazzine di caffè.

Chiaramente, il contenuto di caffeina in un caffè può variare in base a diversi fattori, come la tostatura dei chicchi e la varietà del caffè, ma è bene sapere che anche altri alimenti e bevande, come il cioccolato, il , le bibite analcoliche e energetiche e, in misura minore il caffè decaffeinato, contengono caffeina. Per avere un’idea di queste quantità, basti considerare che una lattina di una bevanda analcolica contiene tipicamente dai 30 ai 40 milligrammi di caffeina, un energy drink ne può contenere dai 40 ai 250 milligrammi, una tazza di tè verde o nero dai 30 ai 50 milligrammi, e una tazzina di caffè decaffeinato dai 2-5 milligrammi.

Ciò significa che, oltre al caffè, anche il consumo di queste altre bevande può concorrere al raggiungimento della soglia dei 400 milligrammi al giorno: questa quantità, secondo gli scienziati della Food and Drug Administration (FDA) americana e dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), non è generalmente associata a effetti negativi o pericolosi per la salute, sebbene esista un’ampia variabilità sia nella sensibilità delle persone agli effetti della caffeina, sia nella velocità con cui questo alcaloide viene metabolizzato.

Alcune condizioni di salute, così come l’assunzione di alcuni farmaci, possono infatti aumentare la suscettibilità agli effetti della caffeina. Inoltre – indicano gli esperti – le donne in gravidanza o che stanno cercando di rimanere incinta, così come tutte le persone con particolari condizioni di salute assumono farmaci, dovrebbero parlare con il proprio medico per sapere se è necessario limitare il consumo di caffeina”.

Cosa succede se bevi troppi caffè

Bere dalle quattro o cinque tazzine di caffè al giorno (poco più della soglia di 400 milligrammi di caffeina) può portare a una serie di effetti negativi, principalmente dovuti all’azione stimolante della caffeina. Questi includono sintomi come:

  • insonnia
  • nervosismo
  • ansia
  • palpitazioni
  • mal di stomaco
  • nausea
  • mal di testa
  • sensazione di tristezza e irritabilità (disforia)

Il limite massimo di tazzine di caffè al giorno

Quando si superano anche le quattro o cinque tazzine quotidiane e, in particolare, se si arriva ad assumere 1.200 milligrammi di caffeina al giorno (circa 12 tazzine di caffè) compaiono gli effetti dell’intossicazione da caffeina (o overdose di caffeina), che rappresentano un pericolo per la salute. Questi effetti includono problemi gastrointestinali, come vomito e diarrea, oltre al rischi associati al fatto che il caffè aumenta la minzione, portando così all’eliminazione di minerali essenziali, in particolare il potassio. Bassi livelli di potassio (ipokaliemia) possono danneggiare i muscoli, fino alla paralisi, causare difficoltà respiratorie e impedire ai reni di svolgere il loro lavoro.

Altri sintomi dell’intossicazione da caffeina sono anche di tipo neurologico, come riportato in casi documentati di persone che hanno riportato deliri, allucinazioni, convulsioni, edema cerebrale e coma, oltre a effetti cardiovascolari, come ipertensione, ipotensione, tachicardia, fibrillazione ventricolare, ischemia, infarto del miocardio e arresto cardiaco.

Anche se segnalato in rari casi, l’intossicazione da caffeina può quindi rivelarsi letale: più in generale, indicano i ricercatori, i primi sintomi tossici iniziano a manifestarsi dopo i 1.000 milligrammi. Il raggiungimento di 2.000 milligrammi richiede generalmente il ricovero in ospedale, mentre quantità superiori (ad esempio 5.000 milligrammi o più) possono risultare fatali, sebbene in specifiche circostanze sia stato osservato che anche solo 3.000 milligrammi possano mettere in serio pericolo la vita.

203 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views