689 CONDIVISIONI

Isla, la bimba prodigio col QI da genio: a soli 2 anni è entrata nel Mensa, la più giovane di sempre

La storia di Isla McNabb, bambina “genio” entrata nel Mensa a soli 2 anni – la più giovane di sempre – grazie al suo quoziente intellettivo elevatissimo. A quell’età già aveva già imparato a leggere e scrivere parole con l’alfabeto giocattolo.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Andrea Centini
689 CONDIVISIONI
La piccola Isla McNabb: Credit: Guinness World Records
La piccola Isla McNabb: Credit: Guinness World Records

A giugno dello scorso anno la piccola Isla McNabb, una bambina statunitense di appena 2 anni, è diventata il membro femminile più giovane del Mensa, un'associazione internazionale senza scopo di lucro nella quale possono entrare solo persone estremamente intelligenti. Più nello specifico, si deve dimostrare attraverso appositi test standardizzati di avere un quoziente intellettivo (QI) elevatissimo, ovvero superiore al 98esimo percentile della popolazione globale. Isla è andata anche un po' oltre, essendo risultata al 99esimo percentile per la propria fascia di età con il test Stanford-Binet, attraverso il quale vengono valutate le capacità cognitive, le capacità mnemoniche, la velocità di elaborazione e il ragionamento logico. In parole semplici, la bambina fa parte dell'1 percento della popolazione più intelligente per la sua età. Il record di Isla è stato “certificato” anche dal Guinness dei Primati, che ha recentemente raccontato la sua storia straordinaria.

La piccola, che ha compiuto 4 anni il 19 novembre scorso, vive assieme ai suoi genitori Jason e Amanda a Crestwood, nello Stato del Kentucky (Stati Uniti d'America). Come spiegato dal Guinness World Records, sin da quando l'hanno portata a casa ha manifestato un'attenzione e una concentrazione insolite per una neonata, ma nulla sembrava presagire che potesse trattarsi di un “piccolo genio”. Le cose sono cambiate quando a solo 1 anno ha iniziato a imparare i colori, i numeri e le lettere dell'alfabeto, che l'hanno portata a leggere ad appena 2 anni, molto tempo prima degli altri bambini. La zia Crystal, accortasi delle capacità eccezionali della piccola, per il suo secondo compleanno le regalò una lavagnetta cancellabile; i genitori provarono a scrivere parole e Isla, incredibilmente, iniziò a leggerle ad alta voce. Colori, animali, oggetti. Riusciva a leggerli come i bambini di 4-5 anni. Un dettaglio che fece letteralmente sobbalzare i genitori fu trovare lettere giocattolo dell'alfabeto composte correttamente vicino agli oggetti. Per fare un esempio, trovarono la scritta CHAIR vicino a una sedia e CAT vicino al gatto di famiglia, Booger.

A quel punto Amanda e Jason decisero di far vedere la piccola da uno psicologo specializzato proprio nel valutare i bambini molto dotati dal punto di vista intellettivo. Dopo aver confermato le sue capacità eccezionali, la bimba è stata sottoposta al test Stanford-Binet per la sua età e lo ha superato brillantemente, venendo  ammessa al Mensa. Come indicato, ad oggi è la bambina più giovane ad essere entrata nell'associazione (a 2 anni e 195 giorni esatti). Ora Isla è regolarmente iscritta alla scuola materna, ma i genitori vorrebbero per lei un percorso educativo dedicato che sappia valorizzare la sua intelligenza superiore. Senza naturalmente turbare il normale percorso sociale e cognitivo per una piccola della sua età. A scuola è bravissima in tutto, ma eccelle particolarmente nella matematica e nella lettura, specifica il Guinness dei Primati. A quattro anni appena compiuti legge libri e chiede ai genitori di vedere i video che raccontano della sua storia su Youtube. Per loro, naturalmente, non è facile far crescere una bambina con queste capacità e il fatto di essere entrata nel Mensa può essere un aiuto estremamente prezioso per loro. “Il più grande vantaggio del Mensa è la comunità”, ha affermato il padre. I genitori, infatti, avevano deciso di sottoporla al test dell'associazione anche per cercare consigli da altri genitori che hanno avuto “bimbi prodigio”. Sicuramente sentiremo parlare a lungo anche in futuro di Isla McNabb.

689 CONDIVISIONI
Il lato oscuro del Premio Nobel: la "regola del tre" detestata dalla comunità scientifica
Il lato oscuro del Premio Nobel: la "regola del tre" detestata dalla comunità scientifica
Mozzarella di bufala campana DOP, l'analisi del DNA rivela cosa la rende così speciale
Mozzarella di bufala campana DOP, l'analisi del DNA rivela cosa la rende così speciale
Cosa c'è dentro i botti di Capodanno e perché inquinano tanto
Cosa c'è dentro i botti di Capodanno e perché inquinano tanto
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni