62 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

I vaccini Covid aggiornati sono efficaci contro le nuove varianti: “Protezione superiore al 70%”

La conferma arriva da un crescente numero di studi, tra cui una ricerca del National Institute for Public Health and Environment olandese pubblicata su Eurosurveillance, la rivista European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc): i vaccini aggiornati hanno riducono del 70,7% il rischio di ricovero e del 73,3% quello di cure intensive.
A cura di Valeria Aiello
62 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il vaccino contro il Covid-19 aggiornato alla variante Omicron XBB.1.5 di Sars-Cov-2 funziona anche contro le nuove forme virali, inclusa la variante JN.1 attualmente dominante in Italia. La conferma arriva da un crescente numero di studi, tra cui una nuova ricerca del National Institute for Public Health and Environment olandese pubblicata su Eurosurveillance, la rivista European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc), da cui emerge che le formulazioni aggiornate forniscono una protezione superiore al 70% dal ricovero e dalle cure in terapia intensiva.

Ulteriori analisi hanno mostrato che somministrazione di una dose di vaccino aggiornato aumenta significativamente la quantità di anticorpi che neutralizzano il virus, diretti non solo contro il lignaggio XBB.1.5 (per cui è stato sviluppato) e contro la variante Eris (EG.5.1) che ha caratterizzato lo scenario epidemiologico della seconda parte del 2023, ma anche contro le ultime varianti emerse, come HV.1, HK.3, JD.1.1 e, appunto, la variante JN.1 in rapida espansione a livello globale.

Efficacia dei vaccini Covid aggiornati

I più recenti dati sull’efficacia dei vaccini Covid indicano che la campagna di immunizzazione avviata nell’autunno 2023, utilizzando le formulazioni aggiornate alla variante Omicron XBB.1.5, ha avuto un’efficacia del 70,7% contro il ricovero e ha conferito un livello di protezione dalle cure in terapia intensiva del 73,3% nelle persone di età pari o superiore ai 60 anni con almeno una precedente vaccinazione anti-Covid (dati aggiornati a dicembre 2023).

A questi risultati, si aggiungono le evidenze riportate da una serie di studi disponibili in pre-print, inclusi i dati di immunogenicità (la capacità di indurre risposta immunitaria) contro le varianti emergenti in rapida diffusione anticipati dai ricercatori su bioRxiv. Nello specifico, è stato osservarto che la somministrazione di una dose di vaccino aggiornato ha potenziato significativamente il livello di anticorpi neutralizzanti diretti non solo XBB.1.5 (27 volte) e contro la variante Eris (27,6) ma anche contro le ultime varianti emerse, come HV.1, HK.3, JD.1.1 e JN.1 (da 13,3 a 27,4 volte).

Quali sono i vaccini oggi somministrati in Italia

Nel nostro Paese, la campagna nazionale di vaccinazione anti Covid prevede l’utilizzo di uno dei due nuovi vaccini aggiornati a XBB.1.5 approvati dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA): sono infatti disponibili sia il vaccino a mRNA di Pfizer (Comirnaty Omicorn XBB 1.5) sia il vaccino proteico adiuvato di Novavax (Nuvaxovid XBB 1.5).

Il richiamo con il vaccino aggiornato è raccomandato per persone di età pari o superiore a 60 anni, gli ospiti delle strutture per lungodegenti, le donne che si trovano in qualsiasi trimestre della gravidanza o nel periodo “postpartum” (comprese le donne in allattamento), gli operatori sanitari e le persone con patologie o condizioni che aumentano il rischio di sviluppare forme gravi di Covid. La vaccinazione è comunque consigliata a familiari, conviventi e caregiver di persone con gravi fragilità, ma anche a coloro che non rientrano nelle categorie elencate dal ministero.

È inoltre possibile la co-somministrazione dei nuovi vaccini adattati con altri vaccini (con particolare riferimento al vaccino contro l’influenza), fatte salve eventuali specifiche indicazioni d’uso o valutazioni cliniche.

62 CONDIVISIONI
32803 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views