31 CONDIVISIONI

I nuovi farmaci per perdere peso aumentano il rischio di gravi problemi digestivi

Lo rileva un nuovo studio sui medicinali approvati per il trattamento dell’obesità negli adulti, tra cui Wegovy, Ozempic, Saxenda e Victoza. Rispetto ad altri farmaci con la stessa indicazione, sono maggiormente associati ad un aumento del rischio di eventi avversi gastrointestinali.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valeria Aiello
31 CONDIVISIONI
Immagine

I nuovi farmaci che abbassano la glicemia e promuovono la perdita di peso possono innescare gravi problemi digestivi. Lo rileva un nuovo studio sui medicinali approvati per il trattamento dell’obesità negli adulti, come Wegovy e Ozempic (semaglutide) e Saxenda e Victoza (liraglutide), i due principali agonisti del GLP-1 (Glucagon-Like Peptide 1, peptide-1 simile al glucagone) in commercio.

I nuovi farmaci per dimagrire aumentano il rischio di problemi gastrointestinali

Diventati famosi in tutto il mondo per la loro capacità di ridurre la sensazione di fame e favorire quindi la perdita di peso, questi farmaci sono risultati maggiormente associati a un aumento del rischio di eventi avversi gastrointestinali, come paralisi dello stomaco, pancreatite e ostruzioni intestinali, rispetto ad altri medicinali approvati con la stessa indicazione, come Contrave (bupropione-naltrexone).

Tale aumento del rischio, dettagliato in un nuovo articolo pubblicato su JAMA, è comunque contenuto: ad esempio, a circa l’1% delle persone che assumevano Ozempic è stata diagnosticata una paralisi dello stomaco mentre quasi lo 0,8% di chi assumeva Saxenda ha riportato ostruzioni intestinali.

Tuttavia, data la grande popolarità di questi medicinali – si stima che decine di milioni di persone che li assumano in tutto il mondo – anche un piccolo aumento del rischio si traduce in “centinaia di migliaia di persone che possono sperimentare questi eventi avversi” ha detto alla CNN l’autore principale dello studio, il dottor Mahyar Etminan, epidemiologo dell’Università della British Columbia.

I ricercatori hanno inoltre evidenziato che questi eventi avversi non sono lievi e possono rivelarsi delle vere e proprie emergenze mediche. Pertanto, gli studiosi suggeriscono che il beneficio di questi farmaci possa non superare i rischi associati al trattamento in coloro che assumono questi medicinali per dimagrire e non per altre indicazioni. In origine, questi farmaci sono infatti stati sviluppati come antidiabetici e, solo successivamente, è stata osservata la loro efficacia nella perdita di peso.

Gli studi randomizzati che esaminano l’efficacia degli agonisti del GLP-1 per la perdita di peso non sono stati progettati per registrare gli eventi avversi gastrointestinali, a causa delle dimensioni ridotte del campione e del breve follow-up – hanno precisato i ricercatori – . Nel nostro studio li abbiamo esaminati in un contesto clinico, rilevato che l’uso di agonisti del GLP-1 per la perdita di peso rispetto all’uso di bupropione-naltrexone era associato ad un aumento del rischio di pancreatite, gastroparesi e ostruzione intestinale”.

31 CONDIVISIONI
Farmaci “miracolosi” che fanno perdere tanto peso riducono anche il desiderio di bere alcol
Farmaci “miracolosi” che fanno perdere tanto peso riducono anche il desiderio di bere alcol
Nuovi farmaci fanno perdere fino a decine di kg di peso: cosa c'è da sapere prima di prenderli
Nuovi farmaci fanno perdere fino a decine di kg di peso: cosa c'è da sapere prima di prenderli
Farmaco elimina tutto il peso in eccesso in test di laboratorio, anche con una dieta ipercalorica
Farmaco elimina tutto il peso in eccesso in test di laboratorio, anche con una dieta ipercalorica
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni