video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Olena Zelenska si racconta tra guerra e famiglia: “Ho bisogno di un marito, non di una figura storica”

Olena Zelenska, moglie di Zelensky, ha rilasciato un’intima intervista alla BBC: “Quando è scoppiata la guerra è stata dura all’inizio, poi abbiamo adattato le nostre vite alla realtà”. Si dice pronta a organizzare un vertice a Kiev su salute mentale e resilienza.
94 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Forse sarò un po' egoista, ma in questo momento ho bisogno di mio marito al mio fianco, non di una figura storica". Sono le parole di Olena Zelenska, moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, durante un'intervista rilasciata alla BBC. "Non viviamo insieme, ai miei figli manca il padre", ha confidato.

La First Lady ucraina, al fianco del presidente dal 2003, si è lasciata andare in un'intima intervista su come la guerra ha stravolto la sua vita e quella della sua famiglia. "Stiamo vivendo separati. Ogni tanto riusciamo a vederci, ma non così spesso come vorremmo. Siamo forti, abbiamo forza sia fisica che emotiva. E sono sicura affronteremo tutto insieme".

A febbraio 2022, quando è scoppiato il conflitto tra Russia e Ucraina, Zelenska ha trascorso mesi in clandestinità insieme con i suoi figli. "Avevo una costante sensazione di adrenalina. Col tempo, poi, ho capito che avevo bisogno di calmarmi, di iniziare ad adattare la mia vita alla nuova realtà".

"Il dolore e l'incertezza di vivere in guerra – ha proseguito – ha avuto un costo emotivo altissimo. Soprattutto per i miei figli. Mi rattrista vedere che ai miei ragazzi è negata la possibilità di sognare un futuro, di pianificare qualsiasi cosa. Sono così giovani. Sognano di viaggiare, di vivere nuove emozioni".

Non c'è dubbio su quanto la guerra abbia sconvolto la vita del presidente e della sua famiglia, ma anche di milioni di ucraini che ogni giorno combattono per la libertà. Ed è proprio mentre si affronta questo discorso che iniziano a suonare le sirene antiaeree. Olena resta impassibile, aspettando che finiscano. D'altronde è questa la vita quotidiana che vivono gli ucraini da ben 563 giorni.

L'intervista prosegue e Zelenska racconta della sua vita prima della guerra. Lei e Volodymyr Zelensky si conoscono al liceo, entrambi lavoravano nello stesso studio televisivo in una compagnia comica: lui come attore e lei come sceneggiatrice. Mentre parla, si rende conto che mai avrebbe immaginato che suo marito sarebbe diventato la figura storica che è oggi.

Immagine

"Io credo in lui e lo sostengo. È una persona molto forte e resistente. Ed è questa la resilienza di cui noi tutti abbiamo bisogno". Parlando sempre del marito, ha aggiunto: "La sua energia, forza di volontà, ispirazione testardaggine sono così forti che gli permetteranno di continuare ad affrontare questa guerra".

L'ex sceneggiatrice ha poi raccontato anche dell'aiuto concreto che sta provando a dare al popolo ucraino, sostenendolo dal punto di vista psicologico. Il suo lavoro come first lady le sta dando la possibilità di ospitare un vertice a Kiev che avrà come temi principali la salute mentale e la resilienza.

"Spero davvero di poter ispirare qualcuno, di poter dare speranza o anche consigli. Di dimostrare con il mio esempio che la vita va avanti – conclude – nessuno sa cosa gli aspetta domani, come nessuno poteva mai immaginare quello che sarebbe successo in Europa da un giorno all'altro. E che tutto ciò sarebbe stato così crudele".

94 CONDIVISIONI
4347 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views