281 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
1 Marzo 2022
07:56

Mezzo milione di profughi ha già lasciato l’Ucraina e sta arrivando in Europa

Circa mezzo milione di profughi ucraini è già riuscito a uscire dal Paese, ma le cifre aumentano di giorno in giorno mentre la guerra della Russia continua.
A cura di Tommaso Coluzzi
281 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Mezzo milione di ucraini è già fuggito dal proprio Paese. La guerra continua, nonostante le prime trattative siano state abbozzate, e i civili continuano a lasciare l'Ucraina in ogni direzione possibile. Non c'è una rotta prediletta, ma si scappa verso la frontiera più vicina, o magari dove si sa di avere più possibilità di passare velocemente. Non è un segreto che – vista la mole di persone che stanno premendo sui confini – spesso ci sono file di ore, se non giorni, da affrontare prima di poter varcare la soglia di un altro Stato. I numeri del fenomeno migratorio già in atto lì dà l'Unhcr che, parla, appunto, di circa 500mila persone fuggite in pochi giorni dall'Ucraina.

Dall'inizio dell'invasione Russa mezzo milione di cittadini ucraini si è messo in marcia verso altri Paesi, ma i numeri sono diversi: 281mila sono andati in Polonia, 30mila in Slovacchia, 84mila in Ungheria, 32mila in Romania, 36mila in Moldavia e 34mila in altri Paesi europei; dall'altro lato del fronte, invece, poco meno di 500 sono arrivati in Bielorussia, mentre 129mila si sono trasferiti in Russia dalla regione orientale del Donbass all'inizio del conflitto. La Guardia di frontiera polacca, intanto, segnala che a loro risulta un numero più alto: circa 377mila persone sono arrivate in Polonia dall'Ucraina, di cui 100mila ieri. Inoltre, quando è cominciata l'invasione – e la guerra – in Ucraina è stata dichiarata la legge marziale, proibendo agli uomini tra i 18 e i 60 anni di lasciare il Paese.

A meno di una settimana dallo scoppio della guerra i numeri dei profughi arrivati sono ancora contenuti: è ovvio che aumenteranno di giorno in giorno fino a che non si ristabilirà la pace o qualcosa di molto simile. Va detto che, per gli ucraini che stanno lasciando ora il proprio Paese, gli Stati citati in precedenza sono solo la prima tappa del viaggio. Si sposteranno in altri Paesi europei, magari dove hanno parenti o amici. O più semplicemente saranno distribuiti in base ai criteri di accoglienza che l'Unione stabilirà.

281 CONDIVISIONI
2879 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni