220 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

A 98 anni è fuggita in pantofole dal suo villaggio dopo l’occupazione russa, Lidiia percorre 10 km a piedi

Lidia Stepanivna Lomikovska, 98 anni, è fuggita dal suo villaggio dopo l’arrivo dei russi con indosso solo un paio di pantofole. L’anziana ha percorso 10 km prima di essere individuata dalle forze dell’ordine ucraine ed essere riunita ai suoi familiari, dai quali si era separata durante la fuga.
A cura di Gabriella Mazzeo
220 CONDIVISIONI
Lidia Stepanivna Lomikovska, foto dal volantino della Polizia Ucraina di Donetsk
Lidia Stepanivna Lomikovska, foto dal volantino della Polizia Ucraina di Donetsk
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Una donna di 98 anni è fuggita dal villaggio di Ocheretyne, in Ucraina, e ha percorso 10 km a piedi. Lidiia Lomikovska ha quasi 100 anni e dopo l'arrivo dei russi nel suo villaggio, ha deciso di fuggire insieme alla famiglia. Con i parenti l'anziana sarebbe uscita di casa in pantofole per dirigersi verso ovest e fuggire dal villaggio ormai occupato. Sotto i bombardamenti, però, la 98enne ha perso di vista i familiari e così ha continuato a camminare da sola verso la salvezza con la speranza di ritrovare i parenti.

La 98enne ha percorso 6 miglia da sola, avvalendosi solo di un bastone e di una tavola in legno. Con ai piedi le pantofole ormai rotte, ha cercato di resistere fino all'arrivo in un nuovo villaggio ma dopo diversi chilometri percorsi quasi automaticamente, la donna ha iniziato ad avvertire il dolore alle gambe.

A quel punto, come raccontato dalla BBC che per prima ha raccolto la storia, la 98enne ha cercato di andare avanti pur dovendosi fermare a più riprese per delle soste di pochi minuti. Alla fine l'anziana è stata salvata dalla polizia ucraina, che le ha offerto un appoggio e un po' di riposo. La 98enne ha raccontato la sua storia spiegando che nel villaggio occupato non vi è ormai più nulla e che tutto è stato distrutto dalle forze militari russe. "Interi condominii e case – ha raccontato – si stanno trasformando in macerie e polvere".

"Durante il mio percorso ho dovuto sdraiarmi più di una volta. Spesso, dopo aver perso l'equilibrio, sono rimasta sdraiata nell'erba per riposare. Poi ho continuato a camminare". L'anziana è stata accompagnata in un rifugio per riposarsi e poi riunita con la nipote Svitlana. "Siamo contentissimi di averla ritrovata – ha raccontato la donna alla BBC -. Cercavamo nostra nonna da tanto tempo ed eravamo molto preoccupati per lei. Per fortuna l'abbiamo ritrovata in buona salute dopo un lungo viaggio".

220 CONDIVISIONI
4320 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views