158 CONDIVISIONI
Omicidio Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin scomparsa con l’ex fidanzato, la lite in auto e il viaggio in direzione Vazzola

Risultano ancora scomparsi Giulia Cecchettin (22 anni) e l’ex fidanzato Filippo Turetta. La ragazza stava organizzando la festa di laurea per giovedì. Secondo le ultime informazioni disponibili, la macchina di Turetta è stata vista nella serata di domenica verso Vazzola, direzione nord. Lo zio: “Li hanno visti litigare”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Gabriella Mazzeo
158 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Giulia Cecchettin

L'ultimo messaggio da parte di Giulia Cecchettin è stato inviato intorno alle 22.43. La ragazza aveva risposto alla chat della sorella Elena nella serata di sabato 11 novembre, da allora non si sono più avute sue notizie. "Ha risposto come sempre, sembrava tranquilla. Stavamo parlando di vestiti" ha raccontato la giovane, impegnata con i familiari nelle ricerche della studentessa 22enne scomparsa nel Veneziano.

Prima di sparire nel nulla, la studentessa universitaria dell'università di Padova era uscita di casa per incontrare l'ex fidanzato, Filippo Turetta, scomparso anche lui nella serata di sabato.

Il ragazzo è stato avvistato intorno alle 23 nella sua auto, la Fiat Punto nera sulla quale era salita anche Giulia intorno alle 18. Alle 23.15, i due sono stati visti a Vigonovo, dove la 22enne vive. Giulia sarebbe stata trattenuta in auto dall'ex fidanzato durante un litigio. Un testimone ha raccontato di aver sentito la ragazza urlare e di aver poi visto Turetta rimettere in moto l'auto, guidando verso il centro cittadino. I movimenti della coppia sono ancora da ricostruire.

Turetta è stato localizzato per l'ultima volta a Fossò, a 27 chilometri di distanza da Maghera, dove aveva trascorso la serata al tavolo di un fast food con l'ex fidanzata. La sua auto, però, è stata vista anche nella serata di ieri verso Vazzola, direzione nord.

Immagine

Per il padre di Giulia l'ex non aveva accettato la fine della relazione

La 22enne aveva interrotto la relazione con il giovane, ma i due avevano mantenuto buoni rapporti, rimanendo amici. Secondo il padre di Giulia, Gino Cecchettin, il ragazzo non aveva accettato la fine della relazione e negli ultimi giorni mangiava a malapena. Per l'uomo, Cecchettin non si sarebbe allontanata volontariamente. "Non è il tipo di persona che sparisce così".

Immagine

L'ultimo saluto alla famiglia e l'incontro con l'ex

Nel pomeriggio di sabato, intorno alle 18, Giulia Cecchettin ha lasciato la propria abitazione per incontrare l'ex fidanzato con il quale aveva in programma di passare la serata al McDonald’s del centro commerciale Nave da Vero a Marghera. Dopo aver salutato la famiglia, Giulia, che aveva indosso una gonna marrone, una maglia nera e un maglioncino azzurro, è salita sull'auto di Turetta, una Fiat Nera targata FA051YE.

I due ragazzi hanno raggiunto il centro commerciale di Marghera dove hanno trascorso la serata. Alcuni testimoni avrebbero visto la ragazza seduta con l'ex al tavolo del McDonald's intorno alle 20, poi i due si sarebbero alzati per tornare in auto. Alle 22.43, l'ultimo messaggio alla sorella in cui Cecchettin sembrava tranquilla.

Il cellulare di Filippo Turetta è stato poi localizzato per l'ultima volta nei pressi di Fossò, a 27 chilometri da Marghera. Da allora, il suo smartphone risulta spento, così come quello della ragazza. Secondo le ultime informazioni fornite da fonti investigative a Fanpage.it, l'auto dei due ragazzi è stata vista transitare ieri sera verso Vazzola, direzione nord. 

Immagine

Le due denunce per scomparsa

La famiglia di Giulia ha quindi denunciato la scomparsa, così come quella di Turetta. Per la scomparsa del giovane indagano i carabinieri di Teolo, mentre per la ragazza sono stati incaricati i carabinieri di Vigonovo.

Secondo i familiari del ragazzo, da giorni appariva "visibilmente triste", arrivando perfino a non mangiare più, forse perché non aveva accettato la fine della relazione.

Si erano conosciuti all'Università

I due si sono conosciuti all'università di Padova ed entrambi studiano ingegneria. Fino alla scorsa estate, avevano una relazione, poi interrotta per volere della ragazza. Tra pochi giorni, Giulia deve laurearsi in ingegneria biomedica. In questi giorni stava organizzando la festa con gli amici.

Al momento della scomparsa, Giulia Cecchettin indossava una gonna marrone, un maglioncino azzurro e una magliettina nera. Filippo indossava le Adidas bianche, jeans chiari, felpa e giubbotto impermeabile nero. Filippo è alto un metro e 88 centimetri, ha i capelli castani corti e gli occhi chiari.

Giulia ha capelli lunghi (castani), è alta 1.63 e ha gli occhi scuri. Per il momento, le forze dell'ordine indagano nel tentativo di rintracciare i due 22enni e riportarli a casa.

Lo zio della ragazza: "Sono stati visti litigare"

Lo zio di Giulia Cecchettin ha detto che la ragazza e Filippo Turetta sono stati visti litigare. "Giulia Cecchettin è sparita insieme a un suo ex, collega di studi – ha detto  ai media Andrea Camerotto – la stiamo cercando e cerchiamo anche Filippo Turetta: si frequentavano dopo essersi lasciati in maniera amichevole. Abbiamo sempre avuto l'impressione che Filippo fosse ancora un po' attratto dalla continuazione della relazione con Giulia". Lo zio ha ricostruito le ore precedenti alla scomparsa quando "intorno alle 18, è passato a prenderla Filippo, uscito di casa, secondo i genitori, in maniera tranquilla". "I due si sono recati alla Nave de Vero – ha continuato l'uomo – lì hanno cenato e sono stati avvistati, poi hanno fatto ritorno in località Vigonovo e sono arrivati a un parcheggio dietro la casa di fronte alla scuola. Sono stati avvistati intorno alle 23.15 e l'avvistamento è legato a un litigio che c'è stato tra i due. Un vicino, mentre fumava, ha sentito le grida di Giulia, trattenuta in macchina da Filippo, che si è poi dileguato verso la strada che porta al cimitero che può portare in via Vigonovese verso Padova o verso il centro di Vigonovo".

158 CONDIVISIONI
229 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views