Amanda Knox torna in Italia per la prima volta dopo l'assoluzione definitiva per l'omicidio Meredith Kercher e intanto si diverte a scherzare con i suoi follower. Su Instagram, l'americana processata insieme all'ex fidanzato Raffaele Sollecito per il delitto di Perugia, posta una foto che la ritrae sta aggrappata a una roccia con uno strapiombo alle spalle, didascalia: "Tre giorni al mio ritorno in Italia da quando ho lasciato la prigione, mi sento logora, così ho fatto il mio personale poster ispirazionale: "Resistere! Immaginate che io sia un gattino". La 31enne arriverà domani a Milano per poi spostarsi probabilmente venerdì a Modena dove sabato interverrà a un incontro sul tema del "processo penale mediatico" al festival della Giustizia penale.

Lasciò l'Italia prima della sentenza definitiva

L'ex coinquilina di Meredith Kercher aveva lasciato il nostro Paese all'inizio di ottobre 2011 dopo la sentenza della Corte d'assise d'appello di Perugia con la quale era stata disposta la scarcerazione di lei e di Raffaele Sollecito, con il quale ha condiviso un periodo di detenzione di quasi quattro anni. Knox e Sollecito, tuttavia, verranno assolti con sentenza definitiva dalla Cassazione "per non avere commesso il fatto" il 27 marzo del 2015. Amanda lo apprenderà a Seattle.

"Tornerà presto a Perugia"

"Amanda Knox prima o poi tornerà a Perugia, ma non in questi giorni": ha detto all'Ansa, don Saulo Scarabattoli, ex cappellano della sezione femminile del carcere di Perugia, dove Amanda è stata detenuta per quasi quattro anni. "Con Amanda siamo rimasti in contatto e da parte di entrambi c'è il desiderio di rivedersi – ha detto don Saulo – ma in questi giorni non sarà possibile a causa di impegni miei già presi. Quando accadrà sarà come trovare una persona che avevi incontrato malata e ora è guarita. Noi sacerdoti non siamo solo addetti alle tombe ma anche alla risurrezione, vicini a chi soffre e a chi è in pace".

Amanda Knox con il fidanzato Christopher Robinson
in foto: Amanda Knox con il fidanzato Christopher Robinson