E' stato finalmente risolto il mistero del Lago di Harriet di Minneapolis: nelle scorse settimane uno screenshot da Google Earth aveva rivelato l'apparente presenza di un aereo di linea nel fondale, un episodio che aveva per qualche giorno fatto temere che nelle acque del lago fosse – chissà quando – precipitato un velivolo. Per questo le autorità cittadine avevano deciso di vederci chiaro e avviare un'indagine approfondita anche per porre un freno alle decine e decine di ipotesi complottiste che nel frattempo erano cominciate a circolare. Non pochi cittadini avevano ipotizzato che quel relitto fosse la conseguenza di incidente aereo rimasto segreto per anni.

Per fortuna, prima che anche le ipotesi più bislacche prendessero il sopravvento, sono intervenuti i tecnici di Google che hanno spiegato come possa capitare, nelle foto satellitari, che degli oggetti finissero nell'"obiettivo" e quindi venissero poi riprodotti. Quell'aereo, dunque, si trovava casualmente a passare quando è stata scattata la foto e la sua sagoma è rimasta impressa. Sul fondo del lago non c'è quindi nessun velivolo. Naturalmente la spiegazione fornita da Google non ha convinto affatto i teorici del complotto, che continuano a cercare nelle acque del Lago di Harriet il misterioso aeroplano.

Vota l'articolo:
4 su 5.00 basato su 1017 voti.
Aggiungi un commento!