3.364 CONDIVISIONI
4 Marzo 2022
15:30

Tutte le cose che (forse) non sai sugli acquisti online

Il mondo cambia e con lui le nostre abitudini: secondo le statistiche, più del 50% dei consumatori acquista online anziché nei negozi fisici. Il mondo dell’e-commerce ha dietro di sé una rete logistica rodata fondamentale per il suo funzionamento. Ecco tutto quello che dovresti sapere a riguardo… o quasi.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios
3.364 CONDIVISIONI

Un settore in crescita e che non teme rallentamenti, quello dell’e-commerce è infatti in piena espansione: entro il 2023 saranno più di 41 milioni gli italiani che acquisteranno online sui siti che dispongono di un negozio virtuale. Eppure è anche un mondo di cui forse sappiamo poco, visto quanto è diventato semplice fruirne anche con conoscenze elementari di internet e dei suoi meccanismi, soprattutto quelli logistici. Ormai tutto si compra in pochi click anche in mobilità, da smartphone o tablet: dall’agenda su cui annotare gli appuntamenti per l’anno appena iniziato a un elettrodomestico all’avanguardia, passando per cibo, vestiti… e le stesse spedizioni!

Meno carta, più efficienza

Fino a poco tempo fa sembrava impossibile poter spedire un pacco o consegnare un reso senza disporre di una buona stampante. Oggi le imprese più virtuose hanno sviluppato servizi che non solo vengono incontro alle esigenze dei clienti, ma si prendono anche cura dell’ambiente. Con il sistema paperless di Poste Italiane, è infatti possibile spedire i pacchi chiedendo il ritiro a domicilio oppure recandosi all’ufficio postale o in uno dei punti della rete Punto Poste, semplicemente mostrando un codice a barre all’operatore. Una rivoluzione, il risparmio della carta, che rende ancora più semplice oltre che ecologico il gesto di spedire, divenuto ormai familiare e quotidiano. È infatti facilissimo comprare una spedizione direttamente via app e in pochi click, per poi recarsi al punto di accettazione più comodo per noi. E così, prima di andare a lavoro o in università abbiamo sbrigato una commissione che solo dieci anni fa sarebbe stata molto più lunga e macchinosa!

Pacchi in viaggio…

E una volta spedito? Il vero percorso del nostro pacco inizia proprio da qui: un primo operatore che scansiona il codice a barre. Che si tratti di un giocattolo, del tablet tanto sospirato o di un libro su cui abbiamo scritto una dedica speciale, un complesso sistema fatto di ingranaggi ben oliati porterà ogni cosa a destinazione. Basti pensare – ai meno “informati – che esiste una “cabina di regia” che monitora in tempo reale il traffico di corrispondenza e pacchi nella rete di Poste Italiane, la più capillare d’Italia: è la Logistic Control Room ed è proprio come la immaginiamo, con videowall, grafici e dati puntuali su tutti i veicoli in circolazione, a vigilare sull’efficienza. Il momento dello smistamento è delicato: all’interno degli HUB ogni pacco viene indirizzato verso il destinatario con macchinari a tecnologia di ultima generazione. Infine, il nostro corriere di zona carica le consegne del giorno sul suo mezzo gialloblù, dall’anima green.

Sempre più sostenibili

Ebbene sì, il settore che più spesso viene citato quando si parla di alte emissioni ha in realtà da qualche anno investito sempre di più nel benessere del Pianeta: non solo flotte green – ossia mezzi elettrici o a basse emissioni (come i nuovi tricicli elettrici) – ma anche un sistema più intelligente di consegna. Quante volte ci è capitato di non essere in casa al momento dell'arrivo del corriere e dover riprenotare il ritiro di un pacco? Le consegne mancate possono incidere molto sulle emissioni di co2, motivo per cui anche la possibilità di fare riferimento a uno dei Punti Poste si conferma una lungimirante strategia di sostenibilità – è possibile non solo ritirare comodamente i pacchi nelle tabaccherie o cartolerie convenzionate, ma anche effettuare resi e spedire in tutta comodità senza contribuire a inquinamento e traffico!

La logistica e le sue persone

L’e-commerce guarda infatti al futuro e così la logistica, con le sue tecnologie sempre più avanzate che puntano alla velocità conciliandola con il rispetto dell’ambiente. Ogni acquisto che con facilità completiamo direttamente da casa mette in campo però anche tante persone, che quotidianamente lavorano per offrire un’esperienza sempre migliore. Persone che grazie alla capillarità raggiungono anche i luoghi più lontani dell’Italia, contribuendo così a collegare tutto il Paese con un solo filo e a favorirne la coesione e lo sviluppo socio-economico.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
3.364 CONDIVISIONI
Perché amiamo ricevere (e spedire) pacchi?
Perché amiamo ricevere (e spedire) pacchi?
Piccoli Comuni, sempre più smart
Piccoli Comuni, sempre più smart
Cosa spediscono gli italiani?
Cosa spediscono gli italiani?
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni