Semaforo verde per la Formula 1. Il governo austriaco ha dato l'ok alle due gare che apriranno il Mondiale 2020, che partirà il 5 luglio dal circuito di Spielberg. Nei prossimi giorni quando sarà chiarita anche la situazione riguardante Silverstone verrà definito in modo ufficiale il calendario del campionato, che sarebbe dovuto iniziare a metà marzo. La notizia è stata confermata dal Ministro della Salute austriaco con questa nota:

Le due gare di Formula 1 del 5 e 12 luglio 2020 a Spielberg, si svolgeranno senza spettatori. Gli organizzatori hanno presentato un piano completo di sicurezza e prevenzione contro l'epidemia di nuovo coronavirus.

F1, il Mondiale 2020 inizia in Austria

Doveva iniziare in Australia e invece partirà dall'Austria il Mondiale 2020. Il circuito in cui partirà la stagione sarà quello di proprietà della Red Bull, e Verstappen ha vinto su quel tracciato le ultime due gare disputate. E saranno anche due i Gp che si terranno a Spielberg, un avvio anomalo, ma tutto lo sport è stato stravolto dal Coronavirus e ciò vale anche per la Formula 1.

Il calendario del Mondiale 2020

Si inizierà così in Austria, con due gare consecutive: la prima il 5, la seconda il 12 luglio. Poi, forse, tutti a Silverstone, dove si dovrebbero tenere due gare. Ma il Gp di Gran Bretagna è in dubbio a causa delle norme del governo di Boris Johnson, che impone la quarantena a tutti quelli che arrivano in Inghilterra. Forse ci sarà una deroga, e così sarebbe salvo Silverstone. In estate si correrà sicuramente in Ungheria, Spagna e Belgio, poi toccherà a Monza, il 6 settembre. Russia e Baku si disputeranno in settembre, Singapore è a rischio, poi una prima lunga trasferta asiatica (Giappone, Cina, Vietnam), prima di andare nel continente americano (Stati Uniti, Brasile e Messico) e poi il gran finale con due gare in Bahrain e Abu Dhabi.