18 Maggio 2022
13:16

L’indennità di discontinuità, ecco il reddito per i lavoratori dello spettacolo

Il testo, ottenuta il via libera dal Senato approderà alla Camera per il sì. Entro 12 mesi dall’entrata in vigore, toccherà al Governo predisporre i decreti legislativi e i tempi di attuazione.

È una giornata importante per i lavoratori dello spettacolo che sono stati in difficoltà durante la pandemia. Nell'Aula di Palazzo Madama è attesa l'approvazione del disegno di legge delega che andrà a istituire un sussidio per tutti gli artisti inattivi: "riconosce i tempi di preparazione, formazione e studio quali parti integranti dei tempi di lavoro effettivo".

La svolta per gli artisti

Gli artisti erano scesi in piazza per protestare e chiedere nuove tutele al governo. È una svolta. Il testo, ottenuta il via libera dal Senato approderà alla Camera per il sì. Entro 12 mesi dall'entrata in vigore, toccherà al Governo predisporre i decreti legislativi e i tempi di attuazione.

Le nuove misure per i lavoratori dello spettacolo

Il nuovo aiuto agli artisti senza lavoro si chiama indennità di discontinuità e rappresenta una sorta di reddito che copre tutti i lavoratori dello spettacolo nei momenti di inattività oppure durante il periodo di studio e di formazione. Una misura che consentirà ai lavoratori dello spettacolo di garantirsi un reddito stabile. Verrà inoltre istituito un osservatorio permanente dal Mibact per monitorare costantemente la situazione dei lavoratori dello spettacolo attraverso il "Sistema nazionale a rete degli osservatori dello spettacolo” al fine di promuovere e coordinare le attività degli osservatori istituiti dalle regioni con finalità analoghe, oltre a favorire l'integrazione di studi, ricerche e iniziative scientifiche sempre in tema di promozione dello spettacolo. Giuridicamente, poi, vengono riconosciuti anche i live club mentre è stato introdotto un fattore che garantisca un equilibro nella ripartizione dei contributi per il Fondo unico per lo spettacolo. Dopo tanto penare, qualcosa si muove finalmente per gli artisti che hanno vissuto un periodo davvero difficile.

Leopoldo Mastelloni: “Il reddito di cittadinanza andrebbe abolito, ha ucciso la voglia di lavorare”
Leopoldo Mastelloni: “Il reddito di cittadinanza andrebbe abolito, ha ucciso la voglia di lavorare”
Al Bano:
Al Bano: "Non trovo lavoratori per la mia azienda" e propone l'apprendistato per i 12enni
Massimo Ciavarro ha lasciato ufficialmente il mondo dello spettacolo
Massimo Ciavarro ha lasciato ufficialmente il mondo dello spettacolo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni