Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

In spiaggia a prendere il sole, mangiando e bevendo in compagnia: un pomeriggio su una spiaggia di Posillipo che però non è finito bene per un gruppo di giovani napoletani, quando cioè la polizia è arrivata sul posto e li ha multati tutti per aver lasciato il proprio comune di domicilio e per assembramenti. Un pomeriggio al mare finito dunque con multe collettive per tutti i partecipanti, multati per aver violato le normative anti-contagio da Covid in vigore da tempo ma che, con l'avvicinarsi delle belle giornate, sempre più persone violano.

In questo caso, gli otto giovani erano in spiaggia su via Posillipo, quando gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti dopo una segnalazione di assembramenti arrivata in centrale operativa. Giunti sul posto, hanno quindi sorpreso otto giovani, tutti napoletani di età compresa tra i 15 ed i 23 anni, che stavano trascorrendo il pomeriggio in spiaggia, senza mascherina e consumando cibo e bevande come un normale pomeriggio primaverile pre-pandemico. Inevitabilmente, per loro sono scattate le multe per aver violato il divieto di assembramenti, per non avere indossato la mascherina obbligatoria e per aver lasciato il proprio comune di residenza senza valido motivo. Non si è trattato dell'unico intervento della giornata di ieri: anche ai Colli Aminei, su via Nicolardi, i poliziotti del commissariato Arenella hanno sorpreso nove minorenni in strada, anche loro fuori dal proprio comune di residenza e tutti in violazione delle norme anti-assembramento. Controlli che si stanno intensificando in tutta la città negli ultimi giorni.