Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Dovrà rispondere davanti ai giudici di maltrattamenti, lesioni, minacce e resistenza a pubblico ufficiale un uomo di 47 anni residente a Villanterio, in provincia di Pavia. Secondo quanto riportano i carabinieri, l'uomo era stato visto da alcuni abitanti del paese nelle vicinanze di una casa in uno stato di alterazione psicofisica: il 47enne voleva vedere a tutti i costi la ex fidanzata che lo aveva lasciato pochi giorni prima e aveva trovato rifugio da alcuni amici proprio a Villanterio.

L'uomo avrebbe preso a pugni anche un ragazzino di 17 anni

La donna ha iniziato a preoccuparsi quando l'uomo, originario di Campobasso, ha scavalcato la recinzione, spaccato una finestra ed è riuscito a entrare in casa. Una volta all'interno avrebbe preso a calci e pugni gli amici dell'ex: il 47enne avrebbe preso colpito al volto anche un ragazzo di 17 anni e il padre di 41. La donna, insieme all'amica, si sono nascoste in un'altra parte della casa, sfuggendo così dalla violenza dell'uomo.

Il 47enne ha aggredito anche i carabinieri

Una volta arrivati sul posto i carabinieri hanno cercato di calmare l'uomo senza riuscirci: questo infatti si è scagliato anche contro i militari. Così per lui sono scattate le manette e l'arrestato in flagranza di reato: è stato poi portato in carcere in attesa di presentarsi tra qualche ora davanti al giudice per direttissima. Dalle successive indagini da parte dei carabinieri è emerso che la donna, originaria del Salernitano, subiva già da tempo la violenza dell'uomo: era già stata bersaglio di calci e pugni nel 2019 e un mese fa. La donna però aveva trovato il coraggio di andare via di casa solo pochi giorni fa.