Sono 23.641 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate finora in Lombardia su 109.845 dosi consegnate. L'ultimo dato è aggiornato alle ore 07.25 di oggi, giovedì 7 gennaio. La percentuale di dosi somministrate sul totale consegnate, finora, è pari al 21,5 per cento. Ieri, 6 gennaio, il dato era di 17.256 dosi somministrate su 80.595 consegnate, per una percentuale del 21,4 per cento. I dati relativi alla campagna vaccinale sono contenuti nel report consultabile nell'apposita sezione del sito del Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, presente sul sito del governo. Il report, aggiornato periodicamente, fornisce una fotografia sullo stato di avanzamento della campagna vaccinale contro il Coronavirus, una delle più importanti mai affrontate dall'Italia, nonché dal mondo intero. Il dato sul numero dei vaccinati è particolarmente importante soprattutto in Lombardia, trattandosi della regione più colpita dal virus e in cui purtroppo si è verificato il maggior numero di decessi per Covid.

Sesso, categorie e fasce d'età dei vaccinati

Il report della struttura commissariale contiene anche altri dati relativi alle dosi di vaccino (al momento è stato consegnato all'Italia solo quello Pfizer-Biontech) somministrate. Tra i vaccinati, 15.248 sono donne e 8.393 uomini. La fascia d'età finora maggiormente coperta dalla vaccinazione è quella tra i 50-59 anni (7.320 dosi). Sono state effettuate 71 vaccinazioni nella fascia d'età 16-19, 2.542 nella fascia 20-29 anni, 4.598 nella fascia 30-39, 5.660 nella fascia 40-49. Sono inoltre state somministrate 2.903 dosi nella fascia d'età 60-69 anni, 187 nella fascia 70-79 e 190 dosi nella fascia 80-89 anni. Infine, 170 dosi sono state somministrate a persone ultra 90enni.

Per quanto riguarda invece le categorie dei vaccinati, per la maggior parte si tratta di operatori sanitari e sociosanitari (20.759 vaccinati). Segue il personale non sanitario delle varie strutture (2.434 dosi) e gli ospiti delle strutture residenziali, ai quali sono state somministrate 448 dosi.