1.762 CONDIVISIONI
Omicidio di Sofia Castelli a Cologno Monzese

Cologno Monzese: uccide la ex fidanzata con diverse coltellate, poi va dalla polizia e si costituisce

A Cologno Monzese un ragazzo di 23 anni si è presentato dalla polizia per denunciare di aver ucciso la sua ex fidanzata. Gli agenti hanno poi trovato il corpo di Sofia Castelli nella sua abitazione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
1.762 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio di Sofia Castelli a Cologno Monzese

All'alba di oggi, sabato 29 luglio, un ragazzo di 23 anni, di nome Zakaria Atqaoui, si è presentato al comando della Polizia Locale di Cologno Monzese, in provincia di Milano, per confessare di aver ucciso la sua ex fidanzata, Sofia Castelli. Gli agenti, insieme ai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni, si sono recati sul luogo del delitto e hanno trovato il cadavere della ragazza di 20 anni con diverse ferite di arma da taglio.

Immagine

Uccide la ex fidanzata a coltellate

Secondo quanto finora ricostruito di carabinieri che stanno indagando, l'omicidio risalirebbe alla scorsa notte. La ragazza avrebbe trascorso la serata insieme ad alcune amiche in un locale in via Corelli. Successivamente sarebbero rientrata a casa. Con lei c'era anche un'amica. Di sicuro alle 5.58, rientrando a casa, Sofia Castelli ha pubblicato una storia su Instagram con le prime luci dell'alba. Sembrerebbe che il suo ex fidanzato 23enne avesse utilizzato un mazzo di chiavi, che aveva sottratto alla giovane, per entrare in casa sua e ucciderla.

Immagine

Zakaria Atqaoui avrebbe iniziato a colpire la sua ex fidanzata con più fendenti alla gola fino a ucciderla.

Si costituisce alla Polizia

Alle prime luci dell'alba, però, Zakaria Atqaoui, italiano di origini marocchine, si è presentato spontaneamente al comando della Polizia Locale e ha confessato l'omicidio. Ora è in stato di fermo presso la caserma dei Carabinieri di Cologno Monzese, dove la sostituta procuratrice di Monza Emma Gambardella lo sta interrogando.

Il luogo del delitto di Sofia Castell
Il luogo del delitto di Sofia Castell

L'obiettivo degli inquirenti è capire innanzitutto il movente del femminicidio e quindi la dinamica dei fatti. Per questo nell'appartamento della ragazza sono anche in corso i rilievi del Reparto investigazioni scientifiche. Nel frattempo sono anche stati informati i genitori della vittima che erano in vacanza e che ora stanno rientrando a Cologno monzese.

1.762 CONDIVISIONI
Se l'assassino di Sofia Castelli definisce l'omicidio "un disagio" non ha capito nulla di quello che ha fatto
Se l'assassino di Sofia Castelli definisce l'omicidio "un disagio" non ha capito nulla di quello che ha fatto
Sofia Castelli uccisa dall'ex, la pm chiede l'ergastolo: "Era la stanza degli orrori, c'era sangue ovunque"
Sofia Castelli uccisa dall'ex, la pm chiede l'ergastolo: "Era la stanza degli orrori, c'era sangue ovunque"
L'amica di Sofia Castelli faccia a faccia con l'assassino durante il processo: "Non sopportavo la sua vista"
L'amica di Sofia Castelli faccia a faccia con l'assassino durante il processo: "Non sopportavo la sua vista"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views