17 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Quali misure anti-inquinamento sono attive in Lombardia e dove è in vigore il blocco del traffico

Per quasi una settimana a Milano, Pavia, Lodi, Bergamo, Cremona e Monza e Brianza i livelli di pm10 sono rimasti sopra la soglia di 50 microgrammi per metro cubo. In queste province, fino alle 19 del 31 gennaio, è in vigore il blocco del traffico temporaneo.
A cura di Enrico Spaccini
17 CONDIVISIONI
Immagine

È da quasi una settimana che i livelli di pm10 a Milano superano la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo. Per questo motivo a partire dalle 7:30 di questa mattina fino almeno le 19 di domani, mercoledì 31 gennaio, è attiva la limitazione temporanea di primo livello nel comune milanese e in tutti gli altri della provincia che superano i 30mila abitanti. Le regole dispongono lo stop alla circolazione dei veicoli Euro 0-1 di tutte le alimentazioni e fino a Euro 4 dei Diesel anche se provvisti di Move-In.

Secondo gli esperti, la causa di questo accumulo di inquinanti sarebbe la persistenza di un anticiclone di origine atlantica. Questo negli ultimi giorni avrebbe generato un fenomeno di inversione termica, portando anche nebbia e foschia.

Cosa prevedono le limitazioni di primo livello e dove sono scattate in Lombardia

Il blocco previsto per il 30 gennaio
Il blocco previsto per il 30 gennaio

Perciò, dal 23 gennaio a Milano le centraline registrano concentrazioni di pm10 superiori ai 50 microgrammi per metro cubo. In particolare, il 26 gennaio si è toccato quota 99. Già nella giornata di ieri, 29 gennaio, il valore è sceso a 49,5 e dovrebbe continuare a calare con le limitazioni temporanee che dureranno almeno fino a domani. Queste riguardano anche le province di Pavia (picco di 91,8 microgrammi per metro cubo registrato il 26 gennaio), Lodi (picco 95,2 il 25 gennaio) e Bergamo (picco 83,5 il 26 gennaio).

Fino a quando i valori non saranno rientrati per due giorni consecutivi, dalle 7:30 alle 19:30 non potranno circolare i veicoli Euro 0 e 1 a benzina, gpl e metano, e tutti gli Euro fino al 4 per i diesel anche commerciali e anche se dotati di filtri antiparticolato. Il blocco vale anche per chi è dotato di Move-In. Infine, nelle abitazioni e negli esercizi commerciali è vietato tenere temperature superiori ai 19 gradi.

Limitazioni di secondo livello per Monza e Brianza e Cremona

È più grave, invece, la situazione a Monza e Brianza e a Cremona. Poiché la prima ha toccato quota 109 il 26 gennaio e la seconda 97 il 25 gennaio, sono state adottate le limitazioni di secondo livello.

Queste prevedono:

  • il divieto di utilizzo di generatori a legna per il riscaldamento
  • il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso
  • il divieto di spandimento di effluenti di allevamento, delle acque reflue, dei digestati, dei fertilizzanti e dei fanghi di depurazione
  • il divieto di combustioni all'aperto
17 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views