Il disco in sé non era stato creato dopo una sua invenzione, ma la cultura che rotea attorno al frisbee, in Italia, la si deve proprio a lui. Valentino De Chiara, "l'inventore del frisbee all'italiana", è morto a 82 anni nella giornata di mercoledì 18 novembre a Milano, nella Rsa di cui era ospite. A portarlo via, il Covid, che è andato a peggiorare un quadro clinico già compromesso.

La storia di Valentino De Chiara, il padre del frisbee italiano

De Chiara era rimasto affascinato sin da piccolo da quella tavoletta leggermente concava che, lanciata, roteava su se stessa fino ad arrivare nelle mani del compagno di gioco. Il frisbee l'aveva conosciuto durante un viaggio negli Stati Uniti e, una volta tornato in Italia, aveva deciso di diffondere la disciplina sportiva nel Belpaese. La sua determinazione lo portò a fondare l'Asssociazione italiana frisbee dando inoltre vita nel parco Andrea Campagna della Barona, quartiere della periferia sud di Milano, un luogo in cui tutti gli appassionati potessero esercitarsi negli sport all'aria aperta. Diversi gli eventi studiati ad hoc totalmente gratuiti per i ragazzini del quartiere che vivevano la città 365 giorni l'anno perché impossibilitati a trascorrere le vacanze altrove. De Chiara dapprima è stato il primo campione italiano di frisbee, poi ne è diventato il punto di riferimento per tutti coloro che, come lui, erano incantati dalle roteazioni del disco. Fino al 2007, quando i suoi allievi vinsero il titolo mondiale, strappandolo proprio a quegli Stati Uniti che lo iniziarono alla disciplina.

L'associazione italiana frisbee: Piangiamo la tua scomparsa

Nel corso della sua vita De Chiara ha offerto anche esempi di poesia e inventiva oltre a dare vita nel 2002 al museo del frisbee. Nel 2018 la Freestyle player association lo ha aggiunto nella sua Hall of Fame che è a Calumet, villaggio di appena 700 abitanti in Michigan. "Da alcuni anni – ricorda Francesco Santolin, ora a capo della frisbee temple, al Giorno – Valentino era in una Rsa. Ai suoi problemi di salute si è aggiunto il Covid, e non ha avuto scampo. Io non lo dimenticherò mai, cercherò per quanto possibile di raccogliere il suo testimone". Grande il lutto dell'Associazione italiana frisbee che ora "piange la perdita del suo presidente e fondatore". I funerali si terranno oggi, venerdì 20 novembre, alle 11 presso la chiesa San Giovanni Bono: "Per volontà di mio padre niente fiori ma piuttosto un sostegno all'associazione", scrive su Facebook Ivan De Chiara, figlio di Valentino.