Scende l'indice di contagio Rt in Lombardia: stando all'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanità, il dato si attesta a 0.86. La regione quindi sembrerebbe andare verso la conferma della zona gialla per un'altra settimana. Adesso bisognerà attendere la consueta cabina di regia che darà l'ufficialità. A migliorare sono anche i dati relativi ai ricoveri e all'incidenza dei casi ogni centomila abitanti.

L'incidenza dei casi è scesa a 87 casi ogni centomila abitanti

Secondo i dati pubblicati dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali in Lombardia la percentuale dei posti letto di pazienti Covid in terapia intensiva è al 29 per cento quindi sotto la soglia di rischio. Per quanto riguarda invece quella relativa ai posti letto nelle aree non critiche, questa si è attestata al 24 per cento. Oltre ai ricoveri a migliorare è anche l'incidenza dei casi ogni centomila abitanti: per passare in zona rossa è necessario che questa sia uguale o superiore ai 250 casi ogni centomila. Negli ultimi sette giorni sarebbe invece scesa a 87 casi. A calare è anche la percentuale di positività: questa è ferma a 2,9 per cento. Su 9.966.992 lombardi nella settimana precedente sono stati effettuati 293.334 tamponi e testate 102.180 persone per un totale di 8.634 positivi.

Le regole in zona gialla

Per la quarta settimana consecutiva la Lombardia quindi è in una delle fasce meno a rischio: varranno quindi le stesse regole applicate fino a questo momento. In zona gialla ci si può spostare liberamente all'interno della regione, è possibile pranzare e cenare in bar e ristoranti purché sia all'aperto e sono aperti cinema e teatri. Rimane l'obbligo di spostarsi nel rispetto del coprifuoco che, al momento, rimane fissato dalle 22 alle 5 del mattino.