Chiusa la scuola elementare di Edolo dopo che nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 14 positivi al Covid. Da giorni il paese in provincia di Brescia è al centro di un focolaio scoppiato durante una festa di compleanno tra i bambini di una scuola dell'infanzia: dopo i primi trenta casi registrati, il focolaio si è allargato a oltre 100 positivi fino ai nuovi casi di ieri. Nel complesso il sindaco Luca Masneri ha confermato sabato primo maggio 124 attualmente positivi in paese, di cui 9 ricoverati in ospedale. Ora così dopo il forte incremento di casi arriva la decisone di chiudere la scuola elementare: dall'ultimo screening sui piccoli alunni è emerso che su 109 tamponi, dieci sono i bambini distribuiti in otto classi su dieci in tutto risultati positivi.

Il focolaio scoppiato durante una festa di compleanno tra bambini

Stando alle prime ipotesi di quanto accaduto, il maxi focolaio sarebbe partito dalla festa di compleanno organizzato dai genitori di un bimbo che frequenta la scuola d'infanzia Felice Romelli, che di conseguenza è stata la prima a dover chiudere non appena si è diffusa l'infezione. Ma il virus ha poi colpito anche studenti di altre scuole: una classe delle elementari sempre a Edolo e alunni di alcune classi di Malonno, Corteno Golgi e dell’istituto superiore Meneghini. Il virus poi si è diffuso tra amici e parenti, tanto che in poco tempo ha "invaso" tutto il paese bresciano. Lo scorso giovedì e venerdì si era deciso così di eseguire tamponi a tappeto su tutti gli studenti. Fino alla decisione delle ultime ore: come riporta Brescia Today, dopo i nuovi casi positivi il sindaco ha ipotizzato di istituire una zona rossa a Edolo.