172 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Il rapper Shiva arrestato a Milano

Concessi gli arresti domiciliari al trapper Shiva: è accusato di aver sparato a due ragazzi

Il giudice per le indagini preliminari di Milano ha concesso gli arresti domiciliari per il trapper Shiva, accusato di tentato omicidio per una sparatoria avvenuta a Settimo Milanese dove due ragazzi rimasero feriti.
A cura di Ilaria Quattrone
172 CONDIVISIONI
Il trapper Shiva (foto da Instagram)
Il trapper Shiva (foto da Instagram)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nella giornata di oggi, mercoledì 21 febbraio, sono stati concessi gli arresti domiciliari al trapper Shiva, all'anagrafe Andrea Arrigoni. Il cantante, che ha 24 anni, è accusato di tentato omicidio, porto abusivo di arma da fuoco ed esplosioni pericolose. Ad accogliere la richiesta degli avvocati che difendono il giovane, è stato il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Milano.

Il tentato omicidio a Settimo Milanese

L'artista è stato arrestato e portato in carcere dagli agenti della Questura lo scorso ottobre. La misura era arrivata a seguito delle indagini svolte dagli investigatori su una sparatoria avvenuta l'11 luglio 2023 a Settimo Milanese. Shiva è stato ripreso da alcune telecamere di sorveglianza installate nel piazzale di una casa discografica mentre estraeva una pistola e sparava alle gambe di due ragazzi, che sono stati poi ricoverati.

Obbligo di dimora per una rissa a San Benedetto del Tronto

"Grande soddisfazione", hanno detto gli avvocati Marco Campora e Daniele Barelli che difendono il 24enne. Hanno poi aggiunto di essere fiduciosi perché "nel corso del processo riusciremo a dimostrare che Shiva non ha fatto altro che difendersi dalle violente aggressioni subite". Il trapper è indagato anche dalla Procura di Ascoli Piceno.

Sulla base di quanto ricostruito dagli inquirenti marchigiani, avrebbe partecipato a una rissa – insieme ad altri cinque giovani – che è esplosa a San Benedetto del Tronto la notte del 30 agosto 2023. Anche in questo caso è stata attenuata la misura cautelare: il giudice di Ascoli ha tramutato gli arresti domiciliari in obbligo di dimora.

172 CONDIVISIONI
28 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views