7 Luglio 2022
16:22

LimeWire è tornato: è un marketplace per NFT

“Ti stiamo offrendo oggetti da collezione digitali, creati dai tuoi artisti preferiti, il tutto in un unico mercato” recita il tweet del rilancio di LimeWire.
A cura di Lorena Rao

In quanti ricordano LimeWire? Si tratta di un programma lanciato nel 2000 per condividere in rete musica, film e programmi TV in modo gratuito. Nel suo periodo più florido, è riuscito a toccare la quota di 50 milioni di utenti mensili. Poi, nel 2011, a causa delle accuse di pirateria lanciate nel 2006 dalle case discografiche, la società LimeWire LLC è stata costretta a chiudere i battenti, portando alla fine di un'era.

Ma la storia non finisce qui: dopo undici anni di silenzio, una coppia di imprenditori austriaci – Paul e Julian Zehetmayr – ha ben pensato di resuscitare LimeWire e incentrarlo sui Non-Fungible Token (NFT), risorse crittografiche che utilizzano la blockchain per registrare chi possiede un file digitale, come un'immagine o un video. "Ti stiamo offrendo oggetti da collezione digitali, creati dai tuoi artisti preferiti, il tutto in un unico mercato" recita il tweet del rilancio di LimeWire.

Le personalità coinvolte sono diverse e principalmente provenienti dal settore musicale. Nell'annuncio viene fatta menzione al batterista dei Blink 182, nonché marito di Kourtney Kardashian, Travis Barker, il cui NFT all'interno di LimeWire è una vera batteria. A lui si aggiungono il musicista Dillon Francis, il cantante e attore Nicky Jam, A$AP TyY del collettivo A$AP Mob e il rapper britannico Aitch. Vi è pure Brandy, la cantante vincitrice di un Grammy come "Best R&B Performance" con il brano "Love Again". In LimeWire offre "un bouquet di fiori collaborativo NFT con parole di accompagnamento". Insomma, vedendo la mole e il calibro di artisti coinvolti, le possibilità sembrano infinite.

Restano tuttavia dei dubbi: come sollevato da Reuters, da una parte gli NFT permetterebbero ad artisti e musicisti di avere un maggiore controllo sulle copie digitali dei loro lavori, riparando così i danni causati dallo streaming illegale; dall'altra prestano il fianco a una serie di preoccupazioni, dovute alle diffuse truffe, frodi e manipolazioni del mercato. L'unica certezza è che se un programma come LimeWire è pronto a investirci, è perché gli NFT rappresentano un settore ancora in trend, in grado di catturare l'attenzione.

Uno studente ha messo in vendita la sua anima come NFT
Uno studente ha messo in vendita la sua anima come NFT
L'NFT della bandiera ucraina venduto per 6,7 milioni di dollari
L'NFT della bandiera ucraina venduto per 6,7 milioni di dollari
Gli NFT arriveranno anche su Instagram, parola di Mark Zuckerberg
Gli NFT arriveranno anche su Instagram, parola di Mark Zuckerberg
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni