19 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Gaza, al Cairo riprendono negoziati Israele- Hamas. Gli USA inviano bombe e jet a Tel Aviv

Mentre in Egitto si discute di una possibile tregua Tel Aviv non ferma i bombardamenti: un nuovo raid contro persone in attesi di aiuti umanitari a Gaza ha causato almeno 17 morti e 30 feriti. Vittime anche nel campo profughi di Maghazi.
A cura di Davide Falcioni
19 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Riprenderanno questa mattina al Cairo i negoziati indiretti tra Hamas e Israele per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, il rilascio degli ostaggi e l'accesso nell'enclave palestinese di un numero di camion di aiuti umanitari adeguato alla drammaticità della carestia in corso. Mentre in Egitto si discute, tuttavia, Tel Aviv non ferma i bombardamenti: un nuovo raid contro persone in attesi di aiuti umanitari alla rotonda del Kuwait ha causato almeno 17 morti e 30 feriti. Vittime anche nel campo profughi di Maghazi. Hamas afferma che l'esercito israeliano ha ucciso più di 400 persone in 13 giorni d'assedio all'ospedale Shifa.

Gli USA propongono piano alternativo ad attacco a Rafah

Nel frattempo il generale americano Charles Q. Brown Jr. ha presentato al capo di Stato maggiore israeliano, Herzi Halevi, la proposta alternativa di Washington a un'offensiva di terra delle forze armate dello Stato ebraico a Rafah, nell'estremo sud di Gaza. Lo ha riferito l'emittente pubblica israeliana Kan, spiegando che la conversazione è avvenuta la settimana scorsa durante una visita a Washington del ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant. La proposta statunitense include la messa in sicurezza del confine di Gaza con l'Egitto grazie all'alta tecnologia per impedire il contrabbando di armi, l'isolamento di Rafah e il lancio di raid mirati, insieme all'istituzione di un centro di controllo congiunto.

Dagli USA bombe e jet a Israele

Gli Stati Uniti, dunque, non sembrano affatto intenzionati a sospendere la collaborazione con Israele, tanto da aver dato il via libera all'invio di nuove armi, in particolar modo di migliaia di bombe ed aerei da combattimento, come confermato dal Washington Post. Una decisione fortemente condannata da Hamas, che l'ha definita "la conferma della piena collaborazione" degli USA "nella brutale guerra di sterminio" in corso nella Striscia di Gaza, si legge in un comunicato del movimento islamista al potere nell'enclave palestinese. Hamas aggiunge che gli USA stanno insistendo sull'aumento degli aiuti umanitari e sulla protezione dei civili nella Striscia di Gaza solo per "coprire i crimini in corso" da parte di Israele.

19 CONDIVISIONI
836 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views