4.390 CONDIVISIONI
24 Novembre 2021
16:00

Il futuro green della Sardegna: da zona carbonifera a prima regione carbon neutral

Una regione che tutti amano per le sue bellezze naturali, le sue spiagge e il suo mare, entro il 2030 potrebbe diventare la prima regione carbon neutral d’Italia grazie alle Comunità Energetiche Rinnovabili e alle aziende sarde che scelgono di preservare al meglio la propria terra. Enel X è l’acceleratore di questa svolta vantaggiosa da ogni punto di vista.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios
4.390 CONDIVISIONI

Distese di eucalipti e arbusti sulla costa, foreste di querce da sughero e di lecci nelle zone montuose, infinite sfumature di azzurro nel mare cristallino: queste sono solo alcune delle meraviglie che il mondo invidia alla Sardegna. Preservare tanta bellezza dall’inquinamento non è solo una richiesta della Comunità Europea, è anche un dovere. In Sardegna la sostenibilità fa rima con natura e ambiente, ma anche con turismo, uno dei motori principali dell’economia locale. Oggi c’è una possibilità in più per perseguire questo obiettivo grazie all’opportunità che le PMI sarde hanno di produrre energia in maniera sostenibile, efficientare i consumi energetici e condividere l'energia prodotta in eccesso: si tratta dell’opportunità delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER).

Cos’è una CER?

Si tratta di un modo per produrre e condividere energia pulita da fonti rinnovabili. Una CER nasce quando le PMI (o anche persone fisiche ed enti) decidono, in maniera volontaria, di realizzare e gestire degli impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili, condividendo l’energia sostenibile che viene prodotta immettendola in rete. In genere si tratta di uno o più impianti fotovoltaici per la produzione e l’autoconsumo, facili da installare, efficienti, di lunga durata e semplici da connettere alla rete, che poi possono essere associati a un sistema di accumulo per immagazzinare l’energia prodotta.

I vantaggi economici e ambientali per le PMI sarde

Una Comunità Energetica Rinnovabile genera importanti benefici derivanti dagli incentivi: oltre 169 euro per MWh per 20 anni sull’energia immessa in rete e condivisa dagli iscritti. Inoltre c’è la possibilità di distribuire agli iscritti che condividono l’energia immessa in rete parte dei benefici che la comunità energetica è in grado di generare. A questi vantaggi si aggiungono quelli per l’ambiente: l’energia da fonti rinnovabili è prodotta con zero emissioni di CO2 e zero fattori inquinanti. Non sembra poco. Quando nasce una CER, è importante garantire continuo monitoraggio e costante attenzione per trovare soluzioni che migliorino la quantità di energia condivisa e la continua stimolazione all'elettrificazione dei consumi.

Il bisogno di un partner forte ed efficace al momento e nel tempo

Per creare una Comunità Energetica Rinnovabile che funzioni diventa indispensabile affidarsi a chi conosce e gestisce l’energia da sempre. Enel X è un partner affidabile, non solo nell’immediato, ma anche nel lungo periodo: mette a disposizione tutte le sue tecnologie efficienti, le sue piattaforme digitali, il suo know how e la sua esperienza per accelerare il cambiamento. La consulenza di Enel X, infatti, riguarda tutti gli aspetti relativi alla costituzione di una CER: preparazione del contratto per la creazione e per la gestione pluriennale (5 anni di durata minima e 20 anni di durata massima) della comunità, diagnosi energetiche, report di circolarità, comfort management per gli iscritti. In particolare, Enel X è partner tecnologico per l’implementazione dell’impianto fotovoltaico e del sistema di accumulo, fornendo soluzioni sostenibili e tecnologicamente all’avanguardia. Le PMI non dovranno fare altro che approfittare dei tanti benefici, economici, sociali e ambientali, offerti da una comunità energetica rinnovabile.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
4.390 CONDIVISIONI
 
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni