La pandemia da coronavirus ha colpito anche il mondo del golf. Il Campionato mondiale di golf femminile HSBC, in programma a Singapore dal 27 febbraio al 1 marzo, è stato annullato proprio per evitare problemi ad atleti e spettatori. Gli organizzatori hanno deciso di fermarsi confermando che il motivo principale della scelta è avvenuto per le "continue preoccupazioni per la salute di tutti".

La Ladies Professional Golf Association (LPGA) ha dichiarato in una nota ufficiale che non si disputerà il mondiale, al momento: "La salute e la sicurezza delle nostre giocatrici, dei nostri tifosi e di tutti coloro che lavorano all'evento è sempre la nostra massima priorità". Non solo il Mondiale femminile a Singapore ma anche il torneo Honda LPGA Thailand 2020 previsto per il 20-23 febbraio sarà annullato. Lo ha confermato la stessa LPGA che ha sposato l'appello del Ministero della Salute di Singapore che ha annunciato venerdì che tutti gli eventi su larga scala dovrebbero essere cancellati o rinviati a seguito dell'aumento del livello di allarme.

L'impatto del coronavirus sul mondo dello sport in cina è stato devastante. Il primo segnale era arrivato dal calcio con la Federazione cinese che aveva sospeso la Supercoppa tra Guangzhou Evergrande (vincitore del campionato) e lo Shanghai Shenhua (vincitore della Coppa di Cina) che si sarebbe dovuta giocare il 5 febbraio a Suzhou, nella parte orientale del Paese. Ma già il 28 gennaio il turno preliminare di AFC Champions League fra Shanghai SIPG e Buriram United si era giocata in uno stadio deserto proprio a causa della diffusione del virus.

Successivamente è arrivata la sospensione per tutte le gare del campionato di calcio. Ci sono stati anche altri eventi disputati a porte chiuse, come importanti gare di ippica a Hong Kong.  Rinviati, inoltre, i Mondiali di atletica indoor di Nanchino e annullate le prove di Coppa del mondo di sci. E' sempre a rischio anche il GP di Formula 1 in programma a Shanghai nel weekend dal 17 al 19 aprile.