0 CONDIVISIONI

Il mercato libero conviene? Solo se ci si aggiorna

La fine del mercato tutelato ha messo in allarme oltre 9 milioni di nuclei familiari che si sono trovati di fronte allo spauracchio dei rialzi e all’inflazione. In realtà il mercato libero dovrebbe offrire maggiori tutele perché si è liberi di scegliere. Ma facciamo attenzione: questo vale solo se riusciamo a intercettare le offerte più vantaggiose.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios
0 CONDIVISIONI
Immagine

Cambiare non è sempre facile. Spesso, quando si tratta di valutare la bontà delle tariffe del proprio gestore, ci si crogiola nella propria pigrizia e per anni si lascia che le “cose seguano il loro corso” come se un pilota automatico potesse gestire ogni oscillazione. Così è accaduto per il settore energetico: il pilota automatico ha tenuto moltissime famiglie ancora legate alla gestione del mercato tutelato, ma il 10 gennaio 2024 le cose sono cambiate, almeno per il gas, mentre per l’elettricità la dead line è prevista per luglio 2024.

La fine del mercato tutelato

Cosa sta accadendo? Se si fa parte del mercato tutelato, come circa 9 milioni di famiglie in Italia, si può entrare definitivamente nel mercato libero del gas oppure usufruire ancora per un anno della Tariffa Placet con l’attuale fornitore. Alla fine dei 12 mesi si dovrà scegliere con quale operatore stare. Diverso il percorso per l’energia che prevede un “limbo” di 3 anni, il cosiddetto Servizio di tutele graduali. Dopo questo periodo il passaggio al mercato libero sarà obbligatorio tranne per le situazioni un po’ particolari che vedono come contraenti anziani e disabili che godranno sempre della protezione di Arera, l’Autorità di regolazione per energia Reti e ambiente.

Il mercato libero consente di avere libertà di scelta

Ma cosa succede a chi esce dal mercato tutelato? Ovviamente è possibile rimanere un po’ spiazzati di fronte alle innumerevoli offerte del mercato libero. Per questo da qualche tempo Arera ha messo a disposizione degli utenti un Portale Offerte per confrontare tutte le offerte, che si diversificano anche a seconda del luogo in cui si risiede. Si ha a che fare con oltre mille operatori e a volte non è semplice poter fare una scelta. Si ha la libertà di optare per operatori differenti sia per il gas che per l’elettricità e di cambiare gratuitamente quando si vuole tranne quando il contratto è a prezzo bloccato per un tempo prestabilito.

Leggi anche

I vantaggi del mercato libero: cambiare fa bene

Ci vogliono ore di studio per confrontare tariffe, fasce orarie, tempo di utilizzo e i vari costi di una offerta o di una bolletta e personalizzarla. Inoltre, per quanto le autorità abbiano richiesto la massima trasparenza nelle bollette, non è sempre facile la loro comprensione. A ciò si aggiunga che le offerte cambiano costantemente, perciò una volta “studiata” la materia, non si può archiviarla, bisogna continuare a studiarla e ad aggiornarsi per stare al passo. E non tutti hanno il tempo, le competenze e, anche, “l’entusiasmo” per farlo. È proprio ciò su cui contano tanti fornitori che propongono offerte vantaggiose per un anno ma che alla scadenza vedono decadere ogni vantaggio con inevitabili rincari per gli utenti, che se ne avvedono spesso solo dopo (molto) tempo. Ma oggi gli utenti hanno qualche arma in più per sbrogliare la matassa delle oltre mille offerte in questo ambito. Da poco tempo è stata lanciata una nuova app, Billoo, che ci sa dare risposte semplici e aggiornate. Billoo è nata da un’idea di un italiano, l’imprenditore Giovanni Baroni, ed è già un successo con il superamento dei 200mila download.

Una bussola nel mare delle offerte

Il segreto del suo successo sta proprio nella semplificazione, nella gratuità e nell’introduzione di una formula premium per avere servizi ancora più mirati e utili. In pratica basta scaricare la app, inserire la bolletta attuale in formato pdf e poi attendere qualche ora: il risultato è una vera e propria pagella – che va da 1 a 10 – sulla convenienza dell’offerta di cui si sta usufruendo. Se la bolletta inserita ottiene un voto da 6 a 10, significa che l’offerta è competitiva, se invece, va da 1 a 4 è proprio ora di cambiare. Billoo effettua un calcolo preciso del risparmio differenziato per singola offerta presente all’interno del Billoo Market. L’utente può effettuare un Billoo Switch (cambio fornitore sulla piattaforma di Billoo) in pochi secondi con un risparmio calcolato e certo, ed è completamente sollevato da tutta la burocrazia del passaggio. Attraverso la app possiamo inserire anche le bollette successive in modo da rimanere sempre aggiornati sulle tariffe vantaggiose e cogliere l’attimo quando è il caso di cambiare. Non solo. Billoo è in grado di rilevare se ci sono eventuali errori (che capitano nel 40% dei casi) nell’emissione della bolletta e di segnalarli all’utente.

I vantaggi del Billoo Pass

Tra i servizi premium, invece, ottenibili grazie all’adesione al Billoo Pass c’è quello della gestione del reclamo in caso di errori: è la app (e il team che sta dietro questo grande lavoro) che individua l’errore, procede al reclamo e lo gestisce mantenendo la memoria dei reclami fatti, chiusi o in corso, custodendoli in un unico “cassetto virtuale”. Un supporto davvero notevole per tantissimi utenti.

Contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios.
0 CONDIVISIONI
 
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views