"Non ne posso più, mi tratta sempre male e soprattutto è ossessionato dal sesso tanto da girare sempre nudo in casa", così una giovane moglie di 27 anni si è rivolta agli agenti di polizia, con tanto di foto del consorte completamente nudo in casa, per denunciare l'uomo con l'accusa di maltrattamenti. La storia arriva da Rimini e, come racconta l'edizione locale de Il Resto del Carlino, vede come protagonista  una donna di origini sudamericane ma da tempo in Italia e il marito un imprenditore riminese di 52 anni. Secondo l'accusa della donna, che si è presenta in Questura per sporgere denuncia, da diverso tempo l'uomo di cui si era innamora tempo fa, sposandolo e mettendo su famiglia, si sarebbe trasformato completamente iniziando a maltrattarla.

La ventisettenne avrebbe raccontato che l'uomo ormai la considera alla stregua di un suo bene, maltrattandola e insultandola costantemente e pretendendo rapporti sessuali di continuo contro la sua volontà. “Mi considera di sua proprietà e mi rimprovera per qualsiasi cosa. Mi dice che non so cucinare, che sono un’inetta come madre e moglie, ma soprattutto vuole fare sempre sesso. Quando mi rifiuto, mi insulta, mi rincorre, nudo, per casa, incurante della presenza di nostra figlia" avrebbe riferito la donna. Proprio il coinvolgimento della figlioletta minorenne rende la storia molto delicata. Secondo la 27enne, infatti, il marito, ossessionato dal sesso, non avrebbe esitato a praticare autoerotismo nella stessa stanza in cui si trovava la bambina. La 27enne ha già avviato anche le pratiche di separazione ma dice di temere per la sua incolumità. Le sue dichiarazioni sono ora al vaglio degli inquirenti che hanno informato la locale Procura della Repubblica che ora dovrà esaminare il caso e ascoltare anche la versione dell'uomo accusato.