Credevano di fare rifornimento di benzina al distributore ma riempivano a loro insaputa i serbatoi delle auto con gasolio che ha provocato una serie di danni, per i quali ora chiedono i risarcimenti. È successo a Chioggia, in provincia di Venezia, dove una quarantina di automobilisti, ma il loro numero potrebbe crescere ulteriormente, hanno denunciato di aver vissuto una vera e propria odissea dopo essersi fermati alla stazione di servizio Enercoop, a Brondolo, sulla Romea. Ignari del fatto che al posto della benzina ci fosse il gasolio, hanno tranquillamente erogato il carburante nella propria vettura. Poi, dopo aver percorso pochi metri, le macchine si fermavano di colpo, senza più riuscire a rimettersi in moto. Niente di misterioso: i meccanici che sono intervenuti per sistemare il guasto hanno subito capito quale fosse il vero problema.

Una volta appurato che il danno era stato causato dal distributore in questione, gli utenti danneggiati si sono rivolti alla stazione di servizio. I dipendenti si sono messi in contatto con i titolari, chiedendo agli automobilisti colpiti di indirizzare una mail, con le ricevute degli interventi delle officine, alla direzione ed è stato inoltre aperto un gruppo WhatsApp con la polizia locale, intervenuta per gli accertamenti del caso, per coordinare gli eventuali rimborsi. Resta ora da capire come si sia potuta verificare una situazione del genere, come mai cioè il gasolio, che ha una consistenza e un colore ben diverso rispetto agli altri carburanti, sia finito nel serbatoio della benzina. Al momento, come riporta La Nuova Venezia, sembra escluso l'eventuale sabotaggio, mentre sembra più realistica la possibilità di un errore umano nell'immissione dei carburanti nei serbatoi. La società di gestione, continua il quotidiano, ha già promesso che, una volta accertato l’errore, è pronta a risarcire i danni causati alle auto.