La Madonna del presepe allestito in piazza Vittorio a Varallo, in provincia di Vercelli, è stata decapitata. I fatti sono avvenuti nella serata tra martedì e mercoledì, ma già ieri mattina la polizia locale era riuscita a individuare i vandali grazie al sistema di videosorveglianza della zona. Si tratta di un gruppo di almeno una decina di ragazzini, di cui sicuramente due minorenni. A loro carico una multa salata che dovranno pagare i genitori. In particolare hanno spaccato la testa della sagoma di plastica della Vergine, raffigurante una delle centinaia di statue a tema religioso che ornano il Sacro Monte di Varallo nella cappella numero 6 ‘La Natività’ e la 7 ‘Adorazione dei pastori’. È stata danneggiata anche la figura di un pastorello.

“La polizia municipale si è messa subito al lavoro per visionare i filmati della videosorveglianza – afferma il sindaco Eraldo Botta –. Sembrava difficile risalire al o ai colpevoli e invece ci siamo riusciti. A compiere l’atto vandalico sono stati cinque giovani del posto: oltre al danno, ogni singola famiglia coinvolta dovrà pagare 500 euro come sanzione”.

Il Comune a breve ripristinerà la composizione della Natività – al momento rimossa – che per la prima volta è stato allestito in centro città per invitare i turisti a visitare il Sacro Monte, simbolo di Varallo e patrimonio Unesco. Solo la settimana scorsa un fatto analogo era avvenuto in un altro centro del Vercellese, Alice Castello, dove era stata danneggiata la statua di un pastore all'interno del presepe cittadino.