Una storia che ha commosso il mondo. Gregg Owens, 64 anni, ha tentato si salvare il suo più fedele amico, il suo cane. L'episodio è avvenuto lo scorso mercoledì. L'uomo ha perso la vita in una spiaggia di San Diego, dove si trovava in compagnia della moglie e del suo animale domestico per una passeggiata. Non ha esitato un attimo quando ha visto il suo cane in difficoltà. La bestiola improvvisamente è stata trascinata in acqua da un cavallone. A quel punto Owens si è tuffato nell'Oceano. È stato recuperato in acqua 20 minuti dopo, a faccia in giù: Gregg aveva battuto violentemente contro gli scogli.

È deceduto nell'ospedale locale, per lui non c'è stato nulla da fare. Secondo la ricostruzione dei fatti, Owens è prima riuscito a raggiungere l'animale e a salvarlo dai flutti, e poi è stato travolto dalla violenza dei marosi. I soccorritori hanno tentato di rianimarlo. Un surfer che era nelle vicinanze, Nick Wilkinson, ha raccontato quanto ha visto: "Era incredibile la potenza delle onde, potevi rischiare di essere risucchiato via anche con l'acqua che ti arrivava appena alle caviglie". Secondo i media Owens è stato trascinato dalla corrente a 70 metri dalla spiaggia. Ma il suo cane adesso sta bene.