Dramma negli Stati Uniti, dove un uomo è stato attaccato da uno squalo mentre nuotava al largo dalla spiaggia di Cape Cod, nello stato del Massachussets. Secondo quanto riferito dalla Cnn, gli esperti ritengono che questo sia il primo attacco di squali in quella zona da oltre 80 anni. La vittima è un ragazzo di ventisei anni identificato come Arthur Medici, originario di Revere, un sobborgo di Boston: il giovane ha ricevuto i primi soccorsi sul luogo ed è stato portato all’ospedale di Cape Cod, ma è morto poco dopo a causa delle gravi ferite riportate. Un testimone che ha visto quanto accaduto ha riferito che il giovane era in mare con un amico, quando lo ha visto calciare qualcosa dietro di lui e la pinna dell'animale emergere dall'acqua: “Mi sono messo a urlare: squalo! squalo!, e sembrava la scena di un film”. È stato l’amico della vittima a riportarlo a riva e a chiamare i soccorsi. “Abbiamo fatto surf tutta la mattina e quei ragazzi erano dietro di noi. Si sono trovati nel posto giusto al momento sbagliato”, ha detto una ex guardia costiera del posto sottolineando di non poter credere ai suoi occhi.

L'ultimo attacco mortale da parte degli squali nel Massachusetts risale al 1936, secondo il Florida Program for Shark Research at the Florida Museum of Natural History. Gavin Naylor, il direttore del programma, ha detto alla Cnn che questi attacchi sono molto rari e che quelli che avvengono in estate “sono una conseguenza diretta del maggior numero di persone e animali in acqua”. Lo scorso 15 agosto un sessantunenne di New York era stato ferito da uno squalo al largo di Truro, poco lontano dal luogo dove è rimasto ucciso Arthur Medici. L'uomo è ancora ricoverato in un ospedale di Boston. La spiaggia sulla costa atlantica del Capo è stata interdetta dopo l'attacco ai danni del ventiseienne.