Sempre più tesi i rapporti tra Usa e Cina sulla questione della sovranità nazionale sulle Isole contese tra Pechino e il Giappone. Gli Stati Uniti infatti dopo le parole hanno deciso di passare ai fatti sfidando la Cina che considera la zona proprio territorio. Due aerei americani B-52 hanno sorvolato oggi le Isole nel Mar cinese orientale senza informare prima le autorità di Pechino. Questa decisione è stata presa dopo che lo scorso sabato la Cina aveva dichiarato unilateralmente di sua pertinenza lo spazio aereo sulle isole Dyaou per Pechino e Senkaku per Tokyo non tenendo in nessun conto le rivendicazioni del Giappone. Gli stati Uniti però hanno fatto sapere subito di non riconoscere l'inclusione delle isole nello spazio di sorveglianza aerea della Cina e oggi sono passati all’azione dimostrativa. L’ingresso nello spazio aereo cinese senza preavviso è avvenuto passando attraverso la base americana nell'isola di Guam da dove gli aerei sono decollati. Il pentagono ha fatto sapere però per non alimentare la tensione che i B52 non volavano con un carico di bombe. Per il momento fortunatamente non è seguita alcuna reazione bellicosa da parte della Cina, nessun aereo cinese in pratica è decollato per intercettare o disturbare i B52.