Allattare è concesso anche agli Uffizi, grazie all’iniziativa di UNICEF
in foto: Allattare è concesso anche agli Uffizi, grazie all’iniziativa di UNICEF

Insultata perché stava allattando il figlio al tavolino di un bar. E' accaduto alcuni giorni fa a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, dove una giovane mamma – senza nessuna ostentazione ma con grandissima semplicità – era seduta in un caffè insieme la bimbo, con un seno scoperto, quando una signora l'ha insultata. L’aggressione verbale ha spinto la mamma a difendersi, seppur con pacatezza, e in suo soccorso è intervenuta un'altra donna che ha assistito alla scena.

L'episodio è stato argomento di discussione in città e il battibecco ha finito per animare anche una discussione sui social dove sono intervenuti anche testimoni oculari dell’episodio: “Ho assistito alla scena – ha raccontato una ragazza -, la mamma era seduta in un angolo e in maniera molto dignitosa allattava il suo piccolo … bravissima la signora che l’ha difesa … l’avrei fatto anch’io”. Moltissime donne si sono schierate con la mamma, spiegando che l’allattamento al seno è migliore per la salute del piccolo e che non può essere condizionato da luoghi e orari ma non solo: "In un mondo in cui ci sono donne in reggiseno che ballano in prima serata – commenta Elisa -, pubblicità di donne in atteggiamenti sexy e quant'altro, cartelli pubblicitari appesi sulle strade, come si può considerare una mamma che allatta in pubblico un gesto di cattivo gusto".