Niente da fare per il piccolo Sebastian, uno dei bambini romeni che nei giorni scorsi era stato soccorso e ricoverato a Messina per un grave avvelenamento. Fuori pericolo i suoi fratelli. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Non ce l’ha fatta Sebastian, il più piccolo dei tre fratellini romeni soccorsi qualche giorno fa nella provincia di Agrigento per un grave avvelenamento. Il bambino è morto dopo sei giorni di agonia al Policlinico di Messina, dove era stato ricoverato. I tre bambini avevano ingerito alcuni cioccolatini fatti recapitare nella abitazione di Naro, dove vivevano insieme ai loro genitori. Sebastian, 5 anni, è entrato ben presto in coma e i medici di Messina ne hanno dichiarato la morte celebrale, staccando poi le macchine. I suoi fratelli più grandi, 7 e 10 anni, fortunatamente sono stati dichiarati fuori pericolo. Sull’assurda vicenda indagano i carabinieri di Licata per il reato di omicidio mentre la Procura ha disposto l’autopsia del piccolo Sebastian. Bisogna verificare quale tipo di veleno i tre ragazzini abbiano ingerito. Le piste seguite sarebbero diverse: non è escluso che i cioccolatini avvelenati fossero destinati ai genitori dei bambini.