Era in sella allo scooter portapizze per effettuare le consegne domenicali in città, un lavoretto part time che faceva nei weekend per guadagnare qualcosa, quando un'auto lo ha improvvisamente travolto lasciandolo esanime sull'asfalto. Così è morto a soli 17 anni Diego Emili, un ragazzo triestino vittima di un terribile incidente stradale avvenuto domenica 3 dicembre nel capoluogo friulano lungo Strada di Fiume. Il giovane è deceduto nel pomeriggio di mercoledì dopo tre giorni nel reparto di Terapia intensiva dell'Ospedale di Cattinara dove era stato ricoverato dopo l'incidente.

I traumi riportati nella caduta erano troppo gravi e, nonostante le terapie sanitarie e un intervento chirurgico, i medici non hanno potuto fare niente per salvarlo. Nell'impatto infatti il 17enne aveva riportato una frattura esposta del femore che gli aveva provocato una grave emorragia e numerosi traumi che  hanno compromesso irrimediabilmente i suoi parametri vitali. Fatali, per lui, alcune complicanze post operatorie.‬

La dinamica dell'incidente costato la vita a Diego sono ora al vaglio degli inquirenti ma è certo che a investire il portapizze è stata una vettura guidata da una ragazza di 24 anni che si è fermata e ha allertato i soccorsi. La giovane infatti ha capito subito la  gravità delle condizioni del 17enne e ha fatto una telefonata al numero unico 112 facendo partire i soccorsi. Sul posto era giunta tempestivamente un'ambulanza che aveva trasportato con la massima urgenza e in codice rosso il 17enne all'Ospedale di Cattinara ma le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Il giovane ha lottato tra la vita e la morte per tre giorni e infine è deceduto senza riprendere mai più conoscenza.