Un tour in motocicletta per le strade americane sulla mitica due ruote Harley Davidson si è trasformato in tragedia per due centauri italiani in viaggio negli Stati Uniti. Per una serie di avvenimenti fortuiti quanto tragici, i due motociclisti, entrambi residenti nel Torinese, sono stati coinvolti in un drammatico incidente stradale che gli è stato fatale. Il dramma nella mattinata di giovedì ora locale su un'autostrada nello stato della Florida, nei pressi di Ocala, nella contea di Marion. Le vittime sono Bruno Di Cosimo, 55 anni, e Francesco Vitagliano, 45 anni, appassionati di due ruote che erano in vacanza negli States. Di Cosimo era proprietario di un atelier di moda in via Bligny, Vitagliano, titolare di un negozio di lampadari in corso Francia ma da alcuni annoi organizzavano viaggi negli Stati Uniti.

I due centauri stavano percorrendo l'interstate 75 in direzione sud insieme a un terzo motociclista quando, per cause ancora tutte da chiarire, sono improvvisamente scivolati e sono stati travolto da un tir che sopraggiungeva proprio in quel momento. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto fatta dalla polizia locale e riportata dai media del posto, i due si sono trovati di fronte a un improvviso ingorgo per un altro incidente e hanno dovuto frenare di colpo. Il primo a scivolare e cadere sarebbe stato Dicosimo. Poi, in un susseguirsi di eventi sfortunati, Vitagliano è caduto a sua volta per evitare di travolgere l'amico ed entrambi infine sono finiti sotto un tir che era dietro di loro e non ha fatto in tempo a fermarsi travolgendoli e uccidendoli. "Ero nella corsia di destra e me li sono trovati davanti, ho provato a evitarli ma li ho colpiti entrambi", ha raccontato il camionista  di 66 anni. Illeso ma sotto shock il terzo motociclista che viaggiava con le vittime e che ha assistito all'intera scena impotente. Del caso si sta occupando la polizia stradale locale ma al momento non ci sono stati provvedimenti a carico del camionista che è rimasto illeso nello schianto.