È morto mentre mangiava una fetta di panettone, soffocato dal dolce. Carlo Cinquini, pensionato di sessantatré anni, se n’è andato così mentre i suoi familiari hanno tentato in tutti i modi di rianimarlo. La tragedia è avvenuta in Versilia, nella sua casa di Valdicastello di Pietrasanta (Lucca) e a ricostruire cosa è accaduto è il quotidiano locale Il Tirreno. L’uomo stava mangiando una fetta di panettone quando subito la moglie e uno dei suoi due figli si sono accorti di quello che stava succedendo. Il pensionato ha iniziato a stare male, non riusciva a respirare ed era diventato cianotico. I familiari hanno immediatamente provato ad aiutarlo e hanno chiamato il 118, ma subito la situazione è precipitata.

Inutili i soccorsi – A nulla è servito l’intervento dell’automedica inviata dal 118 dell’ospedale Versilia e dell’ambulanza della Croce Verde. Quando i soccorritori sono giunti sul posto ormai non c’era più nulla da fare per il pensionato. Qualsiasi tentativo di rianimarlo è stato inutile. Stando al primo referto del medico intervenuto sul posto, Cinquini è morto a causa di un arresto cardiaco provocato quasi certamente dal cibo che gli ha impedito di respirare.