La banda dello spray urticante potrebbe aver colpito anche durante i festeggiamenti per lo Scudetto della Juventus a Torino. Ed oggi le volanti della polizia hanno arrestato un marocchino di 20 anni che avrebbe tentato di rapinare un uomo strappandogli dal collo una collanina d’oro. L'episodio ricorda molto da vicino i fatti di Piazza San Carlo, quando il 3 giugno scorso una gang di rapinatori scatenò il panico durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, provocando il ferimento di migliaia di persone e una vittima. Una tragedia (che lo scorso aprile ha portato all'arresto di otto persone) che evidentemente non ha mosso a compassione le bande giovanili di rapinatori che operano a Torino.

Sabato sera nella centrale Piazza Castello il tifoso sarebbe stato avvicinato dal rapinatore che lo ha abbracciato fingendosi un amico. La vittima però non si è lasciata abbindolare e ha allontanato il rapinatore che, però, poco dopo è tornato all’attacco. Prima si è avvicinato ad un suo complice poi è tornato dal tifoso e lo ha bloccato mentre qualcun altro gli ha strappato la collanina. Una volta scoperto ha tentato la fuga ma, grazie anche all’intervento di alcuni amici della vittima, è stato rapidamente raggiunto e, quindi, bloccato dagli agenti della Questura. Addosso gli è stato trovato uno smartphone rubato nel corso dei festeggiamenti a un altro tifoso è una bomboletta di spray urticante che non avrebbe usato per l'ultima delle sue vittime, ma gli investigatori stanno indagando per capire se ci siano stati altri furti quella sera nel centro di Torino.