Rischia tre anni di carcere per aver appoggiato la mano su di un uomo. È un incubo ad occhio aperti quello che sta vivendo il 27enne Jamie Harron, di Stirling, in Scozia: durante una serata in un bar di Dubai, è stato fermato e bloccato per cinque giorni con l’accusa di pubblica indecenza: ha appoggiato una mano sulla spalla di uno sconosciuto per farsi spazio tra i presenti del Rock Bottom Baper evitare di rovesciare il bicchiere che aveva in mano. Denunciato, è stato rintracciato dalla polizia e arrestato. Rinchiuso per cinque giorni nel carcere di Al Barsha, è stato poi rilasciato su cauzione e con il passaporto ritirato. Il ragazzo, che lavora come elettricista in Afghanistan, su era recati negli Emirati Arabi Uniti per una sosta di due giorni.

Dopo l’incredibile incidente, avvenuto il 15 luglio scorso ma rimbalzato su tutti i media UK sono nelle ultime ore, non solo ha perso il lavoro, ma ha dovuto spendere oltre 30mila sterline (oltre 33mila euro) per le spese legali; le autorità locali gli hanno anche impedito di lasciare Dubai per affrontare il processo. Radha Stirling, direttore generale di Detained in Dubai, ha dichiarato: “è scandaloso che sia stato tenuto nel Paese per così tanto tempo. Questo è un altro esempio di come i turisti vulnerabili vengano arrestati a Dubai e di come i procedimenti giudiziari siano disorganizzati”.  Parlando con il The Guardian, Jamie si è detto scioccato dal fatto che “una cosa simile stia davvero accadendo, è semplicemente incredibile”. "Spero solo che possa risolversi tutto prima possibile, non avrei mai immaginato che questa storia sarebbe andata avanti per così tanti mesi all’inizio. Ho perso il mio lavoro, non ho più soldi, potrei andare in prigione e tutto questo per una sosta di due giorni in questo Paese” dice affranto il 27enne.