Cesare Bordoni, un autotrasportatore di 57 anni originario di Bondeno, in provincia di Ferrara, e residente a San Pietro in Casale, nel bolognese, ha perso la vita in  un incidente avvenuto a Vezzano, nel Comune di Vallelaghi in provincia di Trento. L'uomo è stato travolto dal suo stesso camion.

Stando a quanto riferito dal Resto del Carlino l'uomo intorno alle nove di ieri mattina ha iniziato le operazioni di aggancio di un rimorchio adibito al trasporto di legname: per cause ancora in fase di accertamento però la motrice si sarebbe sfrenata, complice la leggera pendenza del terreno, dirigendosi pericolosamente verso il centro abitato del piccolo borgo: se il camion l'avesse raggiunto avrebbe potuto essere una tragedia, per questo Bordoni si è precipitato per risalire a bordo della cabina e cercare di fermare il mezzo.

Si è trattato di un gesto istintivo che l'uomo ha pagato con la vita: il 57enne, secondo quanto riferito da alcuni testimoni oculari, è stato trascinato dal camion e sbalzato nella scarpata sottostante, con un volo di quasi venti metri che non gli ha lasciato scampo. Solo per una fortunata coincidenza il mezzo, che ha sfondato il parapetto, non ha continuato la propria corsa, fermandosi in bilico sul precipizio e "risparmiando" il centro abitato, che a quell'ora del mattino era piuttosto frequentato.

Sul luogo dell'incidente si sono precipitati gli operatori del 118 con un’ambulanza ed un elicottero con a bordo l’equipe sanitaria di Trentino Emergenza, ma ogni tentativo di salvare la vita dell’uomo è risultato inutile. Restano ora da accertare le cause della tragedia: al momento, infatti, non è stato chiarito se la motrice si sia mossa a causa di un guasto meccanico o se sia stato lo stesso Cesare Bordoni a non inserire il freno a mano.