Una scossa di terremoto è stata registrata nel corso della notte, alle ore 5:14, al confine tra Italia e Slovenia. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto magnitudo 3.3, ipocentro a dodici chilometri di profondità ed epicentro a dodici chilometri da Gorizia. Al momento non si  segnalano danni a persone o cose. L’evento è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma: Gorizia, San Floriano del Collio, Savogna d’Isonzo, Mossa e San Lorenzo Isontino sono i comuni nella provincia di Gorizia entro i venti chilometri dall’epicentro del terremoto. Trieste, Udine e Pordenone le città invece con più di cinquantamila abitanti più vicine all’epicentro dove il sisma è stato avvertito dalla popolazione.

Un'altra leggerissima scossa nella notte in Friuli Venezia Giulia – Sempre nel corso della notte scorsa, prima del terremoto di magnitudo 3.3 vicino Gorizia, un’altra scossa di minore intensità  (1,1 magnitudo) è stata registrata all’1.42 in Friuli Venezia Giulia nella zona di Sutrio.