Uno schianto violentissimo con due auto schizzate sulla strada. Una Renault Clio che finisce contro il cancello di un’azienda e una Lancia Lybra dall’altra parte. Il bilancio dell’incidente stradale avvenuto sabato notte a Tortoreto (Teramo), lungo la bonifica del Salinello, è tragico: una donna è morta e l’uomo che viaggiava con lei è ricoverato in ospedale in gravi condizioni. La vittima si chiamava Gelsomina Rastelli, aveva quarantotto anni e viveva a Floriano di Campli (Teramo). Secondo la ricostruzione dei quotidiani locali, la donna viaggiava sul sedile passeggero della Renault Clio guidata dal compagno ed è morta durante il soccorso degli operatori del 118 che fino all’ultimo hanno provato a rianimarla. Le condizioni della donna erano subito apparse gravissime per i gravi traumi riportati. Il compagno è ricoverato in rianimazione all’ospedale Mazzini di Teramo – i sanitari gli hanno riscontrato fratture multiple e un gravissimo trauma cranico -, mentre l’uomo alla guida della Lancia, un settantaquattrenne vigile del fuoco in pensione, avrebbe riportato solo ferite lievi.

La dinamica dell’incidente mortale – Secondo una prima ricostruzione fatta dagli agenti della polizia stradale di Giulianova, sembra che la Lancia del pensionato fosse intenta a svoltare quando sarebbe stata urtata dall’altra automobile. L’impatto è stato violentissimo con le due automobili schizzate su fronti opposti. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni automobilisti di passaggio che hanno dato subito l’allarme e in poco tempo sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e le ambulanze del 118. Entrambi i conducenti delle auto coinvolte nell’incidente mortale risultano indagati per omicidio stradale. Gelsomina Rastelli lascia due figli: nel pomeriggio di lunedì nella chiesa di Floriano di Campli saranno celebrati i funerali.