7109

condivisioni

CONDIVIDI
24 Gennaio 2022 09:30

Perché viaggiare ci migliora la vita?

Viaggiare significa entrare in contatto con nuove culture, scoprirne la storia e il folclore, assaporare le pietanze locali e aprire la mente a realtà diverse che ci rendono più empatici, creativi, fiduciosi e consapevoli tanto delle peculiarità del luogo quanto di noi stessi. Un'occasione preziosa che, aiutandoci a evolvere come turisti e come esseri umani, riduce lo stress e aumenta la percezione di un mondo senza più confini, stereotipi e barriere. Scopriamo l’incantevole regione del Tōhoku in Giappone, che racchiude tutta la potenza e la magia del viaggio.
A cura di Ciaopeople Studios

Dall’alba dei tempi, partiamo alla ricerca di nuove destinazioni con l’obiettivo di arricchire la nostra percezione del mondo, entrare in contatto con culture diverse e acquisire consapevolezza delle cose davvero importanti della vita. Un’esperienza che non ha mai fine e che diventa parte di noi attraverso un bagaglio culturale che trasmettiamo condividendo tutto ciò che abbiamo imparato. Inserito tra le mete più amate dai turisti nel mondo, il Giappone è un concentrato di cultura millenaria, itinerari naturali, tecnologia, villaggi tradizionali e sapori immortali. Un luogo senza tempo, come la regione del Tōhoku che alimenta le basi di un turismo immerso nelle peculiarità e nel folclore locali.

Tra sorgenti termali e rinascita spirituale

Il Tōhoku, l’incantevole regione nord-orientale del Giappone che include le sei prefetture di Akita, Aomori, Yamagata, Miyagi, Fukushima e Iwate, è un trionfo di paesaggi innevati, località termali e natura rigogliosa, impreziosito da templi e santuari incastonati nel verde e dai magici colori della fioritura primaverile dei ciliegi. La località di Zao, nella suggestiva prefettura di Yamagata, con i suoi 10 km di piste è un paradiso per gli appassionati di sport invernali, che qui possono sfrecciare sulla neve tipicamente polverosa che ammanta di bianco il paesaggio. Un luogo unico al mondo in cui è possibile sciare tra i suggestivi “mostri di neve di Zao”: una serie di alberi che, scolpiti dal vento e dalla neve tra dicembre e febbraio, trascendono in “mostri” di diverse forme noti come “juhyō”. Le acque termali della vicina Zao Onsen, invece, incastonate in villaggi di montagna immersi nel verde, sono perfette per un momento di relax: ricche di minerali, queste sorgenti termali curano i disturbi alle vie respiratorie, rafforzano il sistema immunitario e stabiliscono una connessione con la natura e con il proprio io interiore.

Cultura e religione si fondono così in un’esperienza che coincide anche con la rinascita spirituale. Nella regione del Tōhoku, infatti, i turisti possono esplorare le antiche foreste e montagne con i monaci asceti che li guidano sul monte Haguro, dove sperimentano le suggestioni di un pellegrinaggio che trascende la dimensione del viaggio.

Il potere dell’artigianato

Ricca di foreste di cedri, querce e ciliegi, la regione del Tōhoku custodisce e alimenta l’artigianato del legno tra le iconiche bambole kokeshi e i musei dedicati come lo Zao Kokeshi di Miyagi dove i visitatori possono seguire le orme di un apprendista artigiano e sperimentare in prima persona la tradizione giapponese. Una serie di attività di cui riscopriamo gli innumerevoli benefici nella quotidianità, un vero e proprio approccio alla vita che ci connette con elementi base che spaziano dal legno e la ceramica alla seta e la carta. Apprendere il potere dell’artigianato ci regala così un piccolo, grande pezzo di cultura giapponese che alimenta preziose qualità fondamentali per la nostra salute fisica e mentale.

Sapori, aromi e tradizioni

Il cibo è sinonimo di cultura e tradizione. Nelle città di Tsuruoka e Yamagata, nella regione del Tōhoku, è possibile sperimentare i sapori unici della cucina giapponese. Insignita del titolo di “Creative City of Gastronomy” dall’UNESCO, Tsuruoka promuove la ricerca e l’uso di colture autoctone e incoraggia la trasmissione alle generazioni future della cucina tradizionale grazie al talento e alla collaborazione di noti agricoltori e rinomati chef.

Ricca di risaie e coste, questa regione permette di assaggiare miscele segrete di riso locale e nigiri su ordinazione, create da chef di terza generazione, e di assaggiare sakè pregiati nelle più apprezzate izakaya e cantine del posto. Ma oltre al gusto c’è di più! Assaggiare cibi e prodotti che caratterizzano un luogo significa anche scoprirne la cultura che, nella tradizione enogastronomica, trova la sua dimensione più autentica tra ricette tramandate da generazioni e le infinite potenzialità di alimenti essenziali come il riso, il pesce, la soia e il miso.

Il viaggio come esperienza di vita

©Akita City Kanto Festival Executive Committee

Il viaggio è un’esperienza di vita segnata dal magico incontro tra culture diverse. Un’occasione preziosa che, creando le condizioni per un confronto umano senza pregiudizi, rafforza la consapevolezza interculturale attraverso avventure che ci rendono parte della tradizione locale e ci permettono di guardare la realtà con occhi diversi. Assistere alle danze tradizionali della geisha nella città di Yamagata, dormire su futon e tatami in un tradizionale ryokan e scoprire la complessa e secolare cultura dell’ospitalità nipponica, l’omotenashi, che, consacrando la dedizione verso l’ospite e la gratitudine per il cibo che si prepara e riceve, rende ogni gesto armonico, curato e attento alla sensibilità altrui, sperimentare la magnificenza dello spirito samurai, partecipare al Festival della neve di Yokote (che offre lo spettacolo degli oltre cento “igloo” illuminati da piccoli altarini che risplendono nella notte) e all’Akita Kanto Festival di Akita (che ogni anno, all’inizio di agosto, presenta uno spettacolo di lanterne che rischiarano la notte per le strade della città, scacciano gli spiriti maligni e alimentano le preghiere per un buon raccolto), sono esperienze che ci regalano un bagaglio culturale e spirituale indispensabile per vivere una vita ancora più ricca, autentica e consapevole.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand

Andreea Rabciuc, il compagno della madre: "Ha conosciuto le persone sbagliate e si è rovinata la vita"
Samantha Migliore, arrestata Pamela Andress: andrà ai domiciliari dopo la morte della 35enne
Dolore ai funerali di Samantha Migliore, il ricordo dei figli: “Mancherà il tuo coraggio da leonessa”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni